0
0
0
s2smodern

Ambiente fiumeMontagna 2000 Spa ha presentato il bilancio al 30 giugno 2018 che evidenzia come il processo di risanamento continui secondo le previsioni del piano industriale e sia confermato dai principali indicatori aziendali sia economici che finanziari.
Il cambio del vertice societario a maggio 2018 con la manifestata indisponibilità a mantenere la carica di Amministratore unico per motivi personali dell’ing. Gian Franco Saetti ha visto l’unificazione delle cariche di Amministratore unico e Direttore Generale nella figura di Emilio Guidetti, già Direttore Generale.
Il bilancio dimostra la correttezza operativa della linea intrapresa dall’ing. Gian Franco Saetti con la nomina nel maggio 2015 e l’inizio del risanamento societario da lui avviato.
Le linee guida che segue la società sono mantenere alta l’attenzione sulla gestione ordinaria contenendo i costi e ponendo forte attenzione all’incasso dei crediti e focalizzarsi sul piano degli investimenti che deve essere conseguito nella sua interezza per evitare di perdere la credibilità faticosamente conquistata nei confronti delle autorità di controllo; la società ha varato, per il mese di settembre, un piano straordinario di controlli e verifiche per ridurre abusivismo ed elusione che gravano poi sulla tariffa di tutti i cittadini.
Il risultato economico della società è positivo ed in sostanziale miglioramento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno passando da € 300.000,00 euro ad € 474.000,00 euro. Nel corso del primo semestre del 2018 sono state portate a termine le rendicontazioni per i costi sostenuti per l’emergenza idrica ottenendo per tutte le opere il visto positivo di ATERSIR ed incassando la quasi totalità dei contributi da parte del Dipartimento di Protezione Civile regionale.
Nel corso del primo semestre 2018 non si sono segnalati problemi di carenza idrica e le rare autobotti che sono state utilizzate sul territorio erano funzionali ad alcuni lavori di ripristino delle linee o a carenze puntuali in acquedotti frazionali.
Viene regolarmente effettuato il giro di letture almeno semestrale e prosegue con successo il ricevimento delle letture a mezzo Whatsapp e la postalizzazione diretta nelle aree più densamente popolate dei Comuni soci; l’implementazione dello sportello on-line è un ulteriore tassello verso una fruizione dei servizi della società senza la necessità di recarsi agli sportelli territoriali.
Sempre nel corso del primo semestre è stata avviata e portata a termine l’opera finanziata con la rimodulazione del piano di protezione civile per l’interconnessione dell’acquedotto di Varano de Melegari ed il serbatoio principale del Comune di Pellegrino Parmense; opera fondamentale per affrontare eventuali periodi siccitosi in futuro.
Da segnalare un contenimento dei consumi energetici, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari al 6,5% dovuto alle favorevoli condizioni meteoclimatiche che hanno ridotto il fabbisogno di pompare acqua dai pozzi ma non di meno ad alcuni interventi di efficientamento energetico sui depuratori e sulle principali stazioni di pompaggio.

Montagna 2000 Spa per quanto riguarda l’area servizio idrico integrato ha iniziato gli investimenti legati al Piano Operativo degli Investimenti (POI) 2018 che prevedono anche il recupero di parte delle somme non investite nel corso del 2016. Nel corso del primo semestre ha visto la piena operatività il sistema di telecontrollo ampliato che ha permesso di mettere sotto controllo i principali impianti dell’acquedotto e della fognatura e che, nel corso del 2018, vedrà la messa sotto controllo di altri impianti strategici per la società.
L’implementazione di questi sistemi ha consentito di aumentare la sicurezza della gestione, la riduzione delle interruzioni del servizio, il miglioramento della qualità dell’acqua nonché la storicizzazione dei dati di gestione per successive analisi degli andamenti.
È stato rivisto il piano di monitoraggio della qualità delle acque ed implementato il sistema DNA Phone per l’analisi del cloro residuo in rete al fine di garantire un’analisi puntuale e ripetibile ed una tracciabilità geografica e temporale del dato, contemporaneamente la società ha continuato ad investire nell’installazione di cloratori stand alone per dosare proporzionalmente il disinfettante in rete incrementando la sicurezza dell’utente.
Nel corso del primo semestre del 2018 è stato consegnato il cantiere della centrale idroelettrica Nola-Frasso: i lavori stanno procedendo secondo i programmi previsti e la consegna dell’opera è prevista per la fine del mese di agosto.

Per quel che concerne l’area raccolta rifiuti si segnalano buoni risultati sia sotto il profilo della soddisfazione dell’utenza che sotto quello economico della società che, dopo la riorganizzazione del servizio, garantisce la sostenibilità economica del servizio. Di rilievo è il lavoro svolto sulla raccolta dei rifiuti che vede i Comuni di Solignano e Valmozzola ottenere risultati molto buoni nella riduzione del rifiuto indifferenziato e, di conseguenza, nell’incremento della percentuale di raccolta differenziata. Il Comune di Solignano, in particolare, ha ridotto la tariffazione del 10% anche grazie al lavoro effettuato dal gestore che ha garantito importanti risparmi.

Sostieni Rossoparma con una donazione