0
0
0
s2smodern

Sala Baganza COC Sala BaganzaProve di allerta per un pericolo qualsiasi in un giorno qualsiasi, per essere sempre pronti ad affrontare l’emergenza. A poche settimane dall’alluvione che ha colpito Lentigione, e che ha fatto scattare l’allarme rosso anche nel territorio salese, il sindaco Aldo Spina e i responsabili comunali chiamati a coordinare tutte le azioni necessarie, si sono ritrovati nei giorni scorsi attorno ad un tavolo in Municipio per un ripasso su tutti i passaggi previsti nel Piano di Protezione Civile.
«Non abbiamo simulato un’emergenza vera e propria – spiega il primo cittadino –. Lo scopo era quello di fare un ripasso del Piano di Protezione Civile Comunale. Uno strumento importante, come ha potuto constatare chi è stato impegnato a monitorare, o peggio a fronteggiare, l’alluvione dei giorni scorsi. A seguito dell’allerta rossa che ha interessato anche il nostro territorio, abbiamo messo in atto tutte le misure previste dal Piano, a partire dall’istituzione del COC, il Centro Operativo Comunale, anche se fortunatamente ci siamo limitati a monitorare la situazione non essendosi registrata alcuna emergenza per la popolazione».
Una sorta di «gioco di ruolo» estremamente serio, come lo ha definito il Sindaco, per sapere chi deve fare che cosa, in che modo e con quali mezzi.
Alla simulazione hanno partecipato il vicesindaco Giovanni Ronchini, delegato a i rapporti con le associazioni di volontariato, il Responsabile Area Urbanistica e Servizi pubblici Mauro Bertozzi, la Responsabile Area Economico-finanziaria, Amministrativa e della Comunicazione Roberta Favilli, la Responsabile Area Servizi alla Persona Lucia Longhi e Marco Ferrarini, dell’Ufficio Servizi Pubblici, Patrimonio e Protezione civile.
Ognuno ha analizzato i vari step di sua competenza, a partire proprio dalla costituzione del COC in Municipio a seguito dell’allerta, fino al coordinamento degli interventi da mettere in campo in caso di emergenza, che coinvolgono Carabinieri, Polizia Locale, Centrale operativa del 118 e le associazioni di Protezione Civile e di Soccorso che operano sul territorio. «Occorre dare informazioni precise – ha sottolineato Spina – per far sì che ognuno possa operare nel modo migliore».
Il ripasso è stato utile anche per discutere le strategie migliori per avvertire la popolazione, tra le quali c’è anche Alert System, il sistema di allertamento per mezzo di messaggi vocali inviati ai numeri di telefonia fissa e mobile. Un servizio gratuito, al quale l’Amministrazione invita ad iscriversi tramite il sito del Comune di Sala Baganza (www.comune.sala-baganza.pr.it), che in questi giorni è entrato nella sua fase di piena operatività con la “telefonata zero” arrivata ai salesi che si sono già registrati, per informarli dell’attivazione del sistema.

Sostieni Rossoparma con una donazione