0
0
0
s2smodern

Wifi Free cellulareL’Unione Pedemontana Parmense ha fatto l’en plein, ottenendo tutti i 18 punti di accesso richiesti attraverso il bando regionale per l’ampliamento della rete Wi-Fi pubblica, gratuita e superveloce.
Un successo arrivato grazie alla presentazione di un progetto ben costruito, che entro il 2018 permetterà di portare da 14 a 32 i punti di accesso ad internet a disposizione dei cittadini dei cinque comuni dell’Unione: Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo.
Il bando, che ha stanziato 1 milione e 400 mila euro per l’acquisto delle apparecchiature necessarie, prevede la creazione di “EmiliaRomagnaWiFi”, un’unica, grande rete all’interno della quale rientreranno tutti gli access point “Wisper” di Lepida, l’azienda controllata dalla Regione per la realizzazione delle politiche digitali, alla quale ci si potrà collegare 24 ore su 24 e senza alcuna autenticazione.
L’obiettivo, indicato nell’Agenda digitale 2017 approvata dall’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna, è quello di arrivare a coprire entro il 2020 tutto il territorio regionale con la banda larga fino a 100 Mbps, con un investimento da 255 milioni di euro di risorse statali, regionali e comunitarie.
Il bando che si è concluso rappresenta quindi un passo importante verso l’Emilia-Romagna “on line” con l’attivazione, entro l’anno prossimo, di 1.650 nuovi access point da Piacenza a Rimini. E anche in questo caso, la scelta dei Comuni pedemontani parmensi di intraprendere la strada dell’Unione è stata premiante, se consideriamo che gli access point “messi in palio” dalla Regione erano destinati prioritariamente agli enti sovracomunali.
Scendendo nel dettaglio, i territori di Collecchio, Felino, Sala Baganza e Traversetolo hanno ottenuto quattro punti Wi-Fi ciascuno, mentre altri due verranno attivati a Montechiarugolo, nella frazione di Monticelli. La Regione, attraverso Lepida, fornirà gli apparati necessari, mentre la loro installazione e la messa in funzione sarà a carico dell’Unione.
Il risultato messo a segno dal progetto presentato dall’ente sovracomunale «è un motivo di grande soddisfazione», commenta Paolo Bianchi, assessore all’Innovazione nonché sindaco di Collecchio. «Rendere più capillare l’accesso alla banda larga libero e gratuito per i cittadini è una delle azioni previste dall’Agenda digitale votata dall’Unione qualche anno fa – ricorda Bianchi –. Si concretizza così un aumento nel numero e un innalzamento della qualità dei punti di accesso Wi-Fi in tutti i comuni della Pedemontana Parmense. Insieme alle iniziative messe in campo per l'alfabetizzazione informatica della popolazione, attraverso il progetto Pane ed Internet, e alla sempre maggiore digitalizzazione dei rapporti con le amministrazioni pubbliche, stiamo raggiungendo tutti gli obiettivi fissati dall'Agenda – sottolinea l’assessore all’Innovazione – anche grazie agli operatori dei Servizi Informatici dell'Unione Pedemontana, che voglio ringraziare per l’ottimo lavoro svolto».
Parchi, biblioteche, municipi e scuole. Ecco dove arriverà il Wi-Fi
Collecchio
1. Biblioteca comunale (interno)
2. Parco Nevicati (esterno biblioteca)
3. Municipio (interno)
4. Municipio (esterno)

Felino
1. Spazio Giovani (interno)
2. Parco Charlie Chaplin
3. Felino Municipio (interno)
4. Felino Scuola primaria (esterno)

Montechiarugolo
1. Punto Blu, zona esterna (Monticelli)
2. Scuola Primaria Monticelli (esterno)

Sala Baganza
1. Biblioteca comunale (interno)
2. Parco Rocca Sanvitale
3. Municipio (interno)
4. Casa della Salute (interno)

Traversetolo
1. Corte Agresti (interno)
2. Corte Agresti (esterno)
3. Scuola primaria e secondaria (interno)
4. Scuola primaria e secondaria (esterno)

Sostieni Rossoparma con una donazione