0
0
0
s2smodern

Antifascismo statua Guido PicelliPubblichiamo le righe spediteci dal regista Giancarlo Bocchi:
"La città di Parma vorrebbe fregiarsi nel 2020 del titolo di "capitale della cultura". Ci sono tanti motivi per ritenere che tale titolo possa essere poco realistico. Sicuramente Parma, per come vengono trattati archivi, palazzi storici e monumenti, non è "la capitale della storia". Un esempio: il sindaco ex grillino, Federico Pizzarotti, che ora si definisce "sindaco antifascista”, mantiene in modo indecoroso il piccolo monumento dedicato a Guido Picelli, l'eroe dell’antifascismo, collocato nel piazzale omonimo. Il manufatto già di per sé esteticamente inguardabile, che sminuisce la memoria del Comandante che vinse la prima battaglia contro il fascismo nel 1922 e la prima nella difesa di Madrid nel 1937, è attorniato da contenitori per le immondizie vetrose, per i vestiti dismessi, per la spazzatura e da una casupola, non si sa se abusiva, edificata su un marciapiede retrostante. Già nel passato il monumentino era stato oltraggiato con un movimento rotatorio di 180 gradi per favorire una manifestazione ludica sulla piazza o era stato lordato con scritte di stampo fascista. Cosa pensano di questa vergogna i dirigenti dell’Anpi e delle altre associazioni che il prossimo primo agosto celebreranno la ricorrenza della vittoriosa Battaglia di Parma del 1922?"

Sostieni Rossoparma con una donazione