0
0
0
s2smodern

Ex Salamini Pittarosso prenatalC’è troppa roba, in quella striscia di asfalto. Il riferimento è all’area corrispondente al Pittarosso – Ovs - Prenatal dell’Ex area Salamini , che è anche l’oggetto della determina 1069, a firma Salvatore Caroppo.

Con essa il servizio di avvocatura del Comune di Parma decide di andare a singolar tenzone giudiziaria con la Marty Mall srl, che altro non è che la società che gestisce quell’insieme di immobili.
Area su cui però insiste anche la variante urbanistica proposta da Alinovi non troppo tempo fa di nuovo collegamento tra le tangenziali, ora unite da un tratto di via Emilio Lepido ( LEGGI ).
La società immobiliare ha fatto ricorso al Tar contro una decisione del Comune, che attraverso il proprio Servizio di Edilizia Privata ha rigettato la “richiesta di permesso di costruire n. 1577/2016; del presupposto preavviso di rigetto prot. gen. n. 35848 del 17/02/2017 a firma del Dirigente del Servizio Edilizia Privata – SUAP del Comune di Parma”.
A destare curiosità è il profilo del legale rappresentante della Marty Mall srl, Martelli Antonio, che a meno di una clamorosa omonimia, dovrebbe essere l’immobiliarista finito in galera nel settembre 2011 assieme a Bernini, al suo braccio destro Signorini, e al consigliere di Copra Tanara. L’inchiesta era “Easy Money”, la tesi accusatoria era che l’ex assessore, al centro della cronaca anche per le vicende del processo Aemilia, avesse fatto la cresta sulle mense dei bambini di asili e materne di Parma.
Una tesi che deve aver trovato un qualche riscontro, se consideriamo che le accuse di tentata concussione e corruzione aggravata hanno trovato a metà febbraio di quest’anno un esito piuttosto definito: Bernini è stato condannato a 2 anni e sei mesi. Le determine dirigenziali del Comune di Parma sono un po’ la peperonata politica locale: prima o poi i protagonisti tornano su. Immancabilmente.

Segui le dirette di RossoParma
su Periscope!

@RossoParma