0
0
0
s2smodern

Polizia auto musoAlla mezzanotte e mezza circa di ieri notte le Volanti della Questura di Parma sono intervenute in viale Piacenza, all’altezza dell’incrocio con Via Buffolara, su richiesta di un cittadino, residente in città, che aveva appena segnalato al 113 un tentativo di rapina nei suoi confronti.

Giunte sul posto, le Volanti hanno appreso che poco prima, nel rincasare, la vittima aveva notato due persone all’interno della sua Jeep Grand Cherokee parcheggiata in strada. Avvicinatosi per capire cosa stesse accadendo, si è accorto che il vetro posteriore destro dell’auto era abbassato ed in effetti dentro l’abitacolo c’erano due sconosciuti, seduti sui sedili anteriori. Ha ovviamente urlato ai due di scendere. Di tutta risposta, l’uomo seduto al posto guida gli aveva puntato contro un cacciavite urlando frasi incomprensibili. Chiamato il 113, i due sono scesi dall’auto e hanno iniziato ad allontanarsi a piedi verso Via Bernini. In attesa dell’arrivo della Polizia, la vittima ha iniziato a seguire i due, perdendoli però di vista in fondo a Via Guidotti. Poco dopo, però, i due erano tornati indietro ed hanno tentato di strappargli di mano la valigetta contenente un notebook, che aveva con sé mentre rincasava: uno dei due ha tentato di tenerlo fermo per una spalla mentre l’altro aveva tentato di strappargli di mano con forza la valigetta. La vittima ha però reagito con decisione, mentre i due, per vincerne la resistenza, lo hanno colpito con dei pugni. Il nostro concittadino, vista la mala parata, ha quindi tentato di rifugiarsi in macchina, nella quale, raggiunto, è stato ancora colpito alle gambe con dei sassi lanciatigli contro, da uno dei due, mentre l’altro gli lanciava contro altri oggetti. I due si erano poi dati alla fuga.
Giunte sul posto dopo pochi minuti, acquisite le descrizioni dei due fuggitivi, le Volanti hanno intercettato e bloccato i due in Viale Piacenza, riconosciuti immediatamente dalla vittima come i due autori del fatto.
Condotti in Questura, i due sono stati identificati per S.E.A., 30enne, e B.A.R., 31enne, entrambi pluripregiudicati, irregolari e senza fissa dimora.

Al termine degli accertamenti, acquisita la denuncia della parte offesa ed avvisato il P.M. di turno, i due sono stati tratti in arresto per il reato di tentata rapina aggravata in concorso e trasferiti in carcere in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto.

Segui le dirette di RossoParma
su Periscope!

@RossoParma