0
0
0
s2smodern

Tribunale bancone toga“Ti avrei dovuto uccidere prima, lo farò dopo”: una frase raggelante, lapidaria (nel senso di lapide) che il “lui” di oggi ha detto all’ex moglie, a detta dei testimoni.
E non solo: insulti, spintoni, altre minacce, e tutta una serie di maltrattamenti che l’uomo (si fa per dire), 36 anni, avrebbe riservato alla moglie 37enne dopo la fine del rapporto.
Nel 2010 le nozze, due figli in quattro anni, quindi la separazione. Da quel momento un incubo (per lei) fatto di messaggini e mail minacciose e offensive e incontri ad alta tensione. Quello al Giocampus, presenti altri genitori ed i figli, è stato particolarmente cruento, avendo previsto una notevole aggressività dell’uomo, che non si è fermato neppure di fronte ai bonari inviti di un altro genitore, a sua volta aggredito verbalmente.
Come conseguenza il Tribunale ha inizialmente stabilito un divieto di avvicinamento, successivamente, oggi la sentenza, una condanna a due anni, per fortuna dell’uomo sospesa. Questi è stato condannato anche a pagare alla ex 15 mila euro di risarcimento. Speriamo abbia capito la lezione.

Segui le dirette di RossoParma
su Periscope!

@RossoParma