0
0
0
s2smodern

Iren sedeL'ASSOCIAZIONE FEDERCONSUMATORI: DA 2018 NUOVI RISCHI CON ADDIO A MERCATO TUTELATO (DIRE) Reggio Emilia, 4 ago. - Dopo il fascicolo aperto dall'Antitrust sulle presunte pratiche scorrette di Iren Mercato nella stipula di nuovi contratti, interviene la Federconsumatori di Reggio Emilia. Lo fa per stigmatizzare il comportamento della multiutility e segnalando un nuovo rischio per i consumatori.

"Il decreto ''Salva Italia''- ricorda infatti l'associazione reggiana- prevede l'eliminazione totale e definitiva del mercato tutelato dell'energia a partire dall'1 gennaio 2018. Questo gettera' immediatamente tutti i consumatori italiani, chiunque abbia un'utenza energetica, nel mercato libero". Si tratta di un mercato "che non vogliamo additare come sbagliato o scorretto a prescindere, ma nel nostro paese le normative che lo regolano sono pochissime e talmente blande da non intimorire alcuna azienda, discriminando quindi il piccolo consumatore domestico o l'attivita' commerciale", aggiunge Federconsumatori. Quanto a Iren ( LEGGI DELL'INIZIATIVA DI IERI ), invece, "la situazione per la quale e' stata segnalata e' purtroppo relativa a modalita' di vendita che tutte le associazioni di consumatori coralmente denunciano da anni, particolarmente prolifera nel mercato libero. Si tratta delle modalita' di vendita dei contratti che troppo spesso vengono attivati a seguito di telefonate incomprensibili, di comunicazioni scorrette, senza informare l'utente, senza richiedere la sua firma, senza alcuna chiarezza o trasparenza". Oppure "spesso si tratta di venditori che chiedono semplicemente di ''leggere'' una vecchia bolletta, per verificare se il fatturato e' corretto e mentre osservano la prima pagina delle nostre fatture carpiscono dati, codici, e attivano contratti nuovi". Questa modalita', conclude Federconsumatori, "coinvolge ovviamente anche Iren che, come quasi tutte le aziende che operano nel mercato libero dell' energia non e' indenne da pratiche scorrette". (Cai/ Dire)

Sostieni Rossoparma con una donazione