0
0
0
s2smodern

Donna giornata mondiale della lentezzaLa fretta, da che mondo e mondo non è mai stata una buona consigliera, ecco perché la sua parente più prossima, la lentezza, merita davvero d’essere elogiata con una intera giornata ad essa stessa dedicata a livello mondiale.

Milan Kundera (poeta, saggista dei primi del ‘900) cita: “c'è un legame segreto fra lentezza e memoria, fra velocità e oblio. Prendiamo una situazione delle più banali: un uomo cammina per la strada. A un tratto cerca di ricordare qualcosa, che però gli sfugge. Allora, istintivamente, rallenta il passo. Chi invece vuole dimenticare un evento penoso appena vissuto accelera inconsapevolmente la sua andatura, come per allontanarsi da qualcosa che sente ancora troppo vicino a sé nel tempo". Siamo nell’era della produttività rapida, in cui tutto si consuma immediatamente o quasi, in cui lavoro, reti sociali, stress e poco tempo per sé stessi la fanno da padroni. Questa odierna, può essere definita la società del "tutto e presto", società nella quale è assolutamente necessario concedersi un respiro profondo e disconnettersi dalla frenesia della vita quotidiana, ricordando l'importanza della riflessione e dei ritmi rallentati. Impariamo a fermarci un attimo, a tirare letteralmente il freno a mano per coltivare le nostre relazioni, i nostri interessi senza farci assalire dallo stress del tempo che scorre. Impariamo a riflettere, senza fretta sul nostro modo di affrontare il quotidiano. All’impazzata siamo propensi ad accumulare risorse di molti tipi, immemori che una delle risorse più preziose per l’umanità è il tempo che abbiamo a disposizione. Stiamo diventando dei veri e propri consumatori compulsivi del tempo, necessitiamo di riempire ogni singolo istante con il “fare cose” dimenticando che dovremmo riflettere sul come e non tanto sul cosa. Dare un senso al nostro tempo, vuol dire dare un significato a ogni nostra azione, goderne condividendo esperienze. Rallentando ritroviamo più tempo per pensare con lucidità al futuro, sognare, fare progetti e a prendere decisioni migliori e mirate. Rallentando riattiviamo il giusto ciclo sonno veglia, dormendo e riposando meglio, una necessità di base per noi esseri umani, saremo più lucidi e concentrati. Rallentiamo nel mangiare riprendendoci il tempo per pranzare e cenare scegliendo con più attenzione i cibi che ingurgitiamo e di vivere i pasti come un momento sociale piacevole nel caso essi vengano condivisi con gli amici, i colleghi o la famiglia. Smettiamola di fare i super eroi multitasking, soprattutto noi donne. Una cosa per volta, il mondo non casca. Infine troviamo il giusto tempo per fermarci a parlare con la vicina di casa, per passare del tempo di qualità con la famiglia, gli amici, mantenendo così vive le nostre relazioni sociali staccando dai continui doveri giornalieri. Chiudi gli occhi e goditi il post lettura di questo articolo, rilassati e rallenta i pensieri, vedrai che sarà piacevole trovare la tua centratura. Parola di Counselor!
Per scrivermi, per pormi domande e per approfondire i temi che affronto: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 
LA MIA PAGINA E' QUESTA
PER ISCRIVERTI AL GRUPPO FACEBOOK
PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner