0
0
0
s2smodern

Bambina abbracciata a caneIl rispetto è tra alcuni dei principi sociali, civili e morali definiti come cardini della vita. Rispetto innanzitutto verso la persona che siamo e per gli altri.

Decisamente non siamo stati creati per appagare le aspettative altrui, salvo vocazioni spirituali probabilmente, ecco perché è imperativo il rispetto per i nostri bisogni, delle nostre scelte, senza per questo dover trattare male gli altri, è solo che dobbiamo davvero imparare ad essere gentili e delicati verso la nostra persona, tutta, migliorando la maniera in cui ci trattiamo. Troppo spesso siamo gentili con gli altri e duri come sassi verso noi. Continuiamo a pretendere risultati svilenti, a prefiggerci obiettivi estenuanti senza rispettare le nostre tempistiche, forse perché non abbiamo ancora imparato a conoscerci davvero. Come potremo mai essere gentili con gli altri se non lo siamo con noi. Il vero altruismo è praticabile nel momento in cui siamo rilassati, dediti con amorevolezza, pazienza e comprensione alla nostra persona. Spesso sarà difficoltoso rispettarci dovendo deludere le aspettative altrui, dovremo imparare a dire quei sani no e imparare ad accrescere il nostro livello di autostima, poiché più alto è il nostro livello di autostima, più saremo in grado di rispettare gli altri, altri dai quali non dipenderemo, dai quali non ci attenderemo nulla di eclatante e che non potranno, oltre il dovuto, deluderci. Può sembrare un’ovvietà me ne rendo perfettamente conto, eppure non molto spesso ci adoperiamo nella messa in pratica di tale “perle di saggezza”. Sarebbe davvero efficace l’avere un atteggiamento positivo verso noi stessi riconoscendoci meriti, concedendoci il diritto di essere felici, di difenderci di fronte alle ingiustizie, di rivendicare i nostri spazi e di far sentire la nostra voce, essere fermamente convinti di meritare ogni singolo obiettivo raggiunto, rinforzando così la nostra autostima e responsabilizzandoci di ogni trionfo, di ogni decisione presa e perché no, anche di ogni errore commesso. Se adotteremo tali accorgimenti in primis con noi stessi di certo ci sarà meno arduo farlo con gli altri. Il rispetto non si compra e non si vende, ma nemmeno si regala: il rispetto si guadagna come mero atto scaturito da un senso di ammirazione. Rispettare vuol dire anche accettare gli altri per quello che sono, mostrandosi sensibili verso le loro necessità. Una persona manchevole di empatia è incapace di mettersi nei panni degli altri, difficilmente quindi riuscirà ad avvicinarsi emotivamente alle persone, dimostrando umiltà, tolleranza e rispetto. Tale tolleranza non andrebbe esternata solo verso gli “estranei” , bensì ancor più verso i nostri figli, i propri familiari, lasciandoli liberi di potersi esprimere e agire. Oltremodo, le coppie che fondano le loro relazioni sul rispetto reciproco, saranno con molta probabilità coppie nelle quali vi sarà maggiore armonia. Il rispetto è una virtù necessaria per il benestare dell’essere umano. Parola di Counselor! Per scrivermi, per pormi domande e per approfondire i temi che affronto: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

LA MIA PAGINA E' QUESTA
PER ISCRIVERTI AL GRUPPO FACEBOOK
PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner