0
0
0
s2smodern

Bambina ciclesVi siete mai chiesti, aMici del giovedì di Rosso Vivo, se vi siano dei benefici o meno nel masticare le cicche? Partiamo del dare alcune certezze scientifiche ormai assodate da tempo: è risaputo che la gomma da masticare stimola in modo energico la produzione di acidi gastrici che a loro volta possono provocare, una volta creatisi nello stomaco vuoto, gastriti, infiammazioni, fino alle temute ulcere, oltre che svariati problemi di intestino. Non va dimenticato che stiamo parlando di assidui masticatori di gomme e non una ogni festività natalizia. Inoltre, ricordiamo sempre il fatto che la probabilità dei danni sopraelencati, aumenta anche in relazione alle specifiche caratteristiche di ognuno di noi e della rispettiva sensibilità di ogni singolo stomaco. Possiamo però asserire che masticarne in quantitativo limitato sarebbe l'ottimale, ricordando anche di sceglierne di qualità il meno possibile “scarsa”, imparando a leggere gli ingredienti e ricordandoci che in commerci ormai si trovano anche quelle veggy che decisamente non hanno alcuna concentrazione di prodotti di origine animale, di coloranti artificiali, se non del tutto biologiche e biodegradabili. Non possiamo di certo negare che spesso le chewing gum vengono consumate poiché considerate un valido supporto per rinfrescare l’alito, darci la sensazione di pulizia dentale (ovviamente da non sostituire a quella accurata con filo interdentale, spazzolino ed eventuale collutorio), tenerci occupati, scaricare lo stress accumulato mediante la masticazione, sovente rischia anche di sviluppare in eccesso i muscoli della mandibola, infiammandoli maggiormente (non molto utile a chi già digrigna e serra denti e mandibola e che soffre di tensioni muscolari in quella specifica zona del volto e di cervicale). In ultimo, dopo i pasti, può favorire la digestione grazie agli acidi innescati dall'atto in se di masticare. Ancora, secondo uno studio effettuato in Giappone, dall’Istituto Nazionale di Scienze Radiologiche, emerge (dopo avere effettuato “risonanze magnetiche funzionali” sul cervello delle persone), che chi mastica spesso gomme ha il 10% di tempi di reazione mentale più rapidi rispetto a chi non ne fa uso, rilevando, nello specifico che, nell’atto di masticare ben otto parti del cervello sono coinvolte nella funzione esecutiva e logica in modo più intenso delle altre. L’Università di Cardiff conferma che il chewing gum migliora la concentrazione in quanto aiuta a tenere alta l’attenzione, migliorare i tempi di reazione e la prontezza dei riflessi, tutto questo grazie alla stimolazione del nervo trigemino che governa queste funzioni. Sembra che con la masticazione, aumenti anche la frequenza cardiaca, determinando un maggiore afflusso di sangue al cervello e conseguentemente una migliore circolazione e ossigenazione dello stesso. Secondo altri ricercatori del settore, sembrerebbe dagli studi condotti fino ad ora che la gomma da masticare,rende difficoltosa la formazione di alcuni tipi di memoria, in particolare quella legata alla ripetizione delle parole in testa che, a causa della masticazione, sarebbe limitata e svantaggiata. Potremmo quindi asserire che masticare “cicles” non è proprio l’ideale per chi sta studiando e si ritrova nell'atto di memorizzazione di concetti e nozioni attraverso l'ausilio della ripetizione delle parole che si hanno in testa. Detto ciò, basta scegliere il momento giusto per ruminare, ricordandoci anche della buona educazione, evitando di masticare in faccia alle persone mentre si parla o ancor peggio “sbiascicare” come se non ci fosse più un domani. Inoltre, non scambiamo le gomme da masticare come dei lavaggi automatici dei nostri cavi orali, per quello c'è l'armata dello spazzolino da denti. Occhio alle etichette e perché non cominciare a scegliere gomme etiche? Non hanno nessuna filiera del danno animale e sono anche meno artificiose. Un accorgimento ultimo, non gettate i vostri boli di cicca e saliva a terra, non incollateli sotto le panchine o i sedili degli autobus, non è igienico, non è educato e sappiate che una gomma da masticare può essere scambiata per cibo dagli uccellini che potrebbero morirne soffocati. Spulciando in rete ho scoperto che una gomma da masticare non bio, queste ultime solitamente sono anche vegane, degradano in un tempo non inferiore ai cinque anni, essendo esse fatte sostanzialmente di derivati della plastica, oltre ad altri ingredienti. Pensateci bene quando mettete in bocca alcune “cicles” ed evitate di ingoiarle. A giovedì con la banda di Rosso Vivo.

Sostieni Rossoparma con una donazione