0
0
0
s2smodern

Cibo castagnaccio veganoVi avevamo preannunciato che in questo periodo pre-festivo, avremmo dedicato un paio di articoli della nostra rubrica del giovedì di Rosso Vivo, alle ricette golosamente etiche con ingredienti di stagione.

Incominciamo a col fare un po’ di pratica per il cenone natalizio, eventualmente. Oggi vi delizieremo con un dolcissimo castagnaccio vegano, dalla difficoltà davvero facile, per un numero indicativo di dieci commensali e dal costo medio per lo shopping compulsivo degli ingredienti. Ci farete eventualmente sapere se lo avrete trovato eccessivamente difficoltoso o costoso e se i vostri ospiti si saranno lamentati delle porzioni troppo risicate. Dimenticatevi di farlo in fretta e furia, vi prenderà quasi un’oretta di tempo, poco meno se metterete poi le stoviglie a lavare nella lavastoviglie piuttosto che se le laverete a mano. Fate Vobis. Ingredienti per l’impasto: 200 ml di acqua; 20 g di cacao amaro; 300 g di farina di castagne; 200 ml di latte di soia o di riso a vostra scelta; 50 g di mandorle; 50 g di gherigli di noci; 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva; 20 g di pinoli, 1 pizzico di sale; 70 g di uvetta sultanina o quella cilena che sarebbe ancora più sfiziosa; 20 g di zucchero di canna. Ingredienti per spolverizzare il vostro castagnaccio prima di servire in tavola: 1 rametto di rosmarino; 20 g di zucchero di canna;1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva. Mettiamoci all’opera. Preriscaldiamo il forno a 200°C. Ammolliamo l’uvetta sultanina in acqua tiepida per renderla morbida. Con il coltello, tritiamo grossolanamente le noci e le mandorle. Nel frattempo, setacciamo la farina di castagne ed il cacao amaro in polvere. Uniamo il sale, lo zucchero di canna, l’acqua, il latte di soia e 2 cucchiai di olio: mescoliamo il tutto fino ad ottenere una pastella densa. A questo punto, uniamo le mandorle, le noci, i pinoli e l’uvetta ammollata alla pastella ottenuta. Versiamo la pastella in una teglia dal diametro di 28 cm circa (le dimensioni solitamente le troviamo indicate sul retro della teglia. Distribuiamo un cucchiaio di olio extravergine di oliva sulla superficie del dolce. Ultimiamo con qualche foglia di rosmarino e con lo zucchero di canna. Inforniamo a forno caldo (200°C) per 30-35 minuti circa. Serviamolo sia caldo che freddo, dipende dai gusti, tagliato a fette oppure a rombi, largo spazio alla fantasia, come sempre del resto. Ricordiamo che trattasi di un dolce, questo della ricetta vegana sopra citata, mediamente calorico, privo di colesterolo non adatto ai diabetici. Provate a farlo, magari con l’aggiunta di cacao amaro se vi piace o qualche personalizzazione con goccine di liquorini a voi prediletti. Fateci sapere, magari mandandoci qualche foto. Buona merenda vegana, cari aMici del giovedì di Rosso Vivo.

PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner