0
0
0
s2smodern

ZFoto fortepiano hofmann 460x320La rassegna é organizzata dal Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. Ingresso libero.

Ascoltare Haydn suonato su un fortepiano costruito a Vienna, nel 1795, quando il grande compositore viveva nella capitale austriaca: è quanto offre il nono appuntamento di “Barocco in San Rocco”, rassegna organizzata dal Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. Da maggio la rassegna si sposta in orario serale: domenica 15 maggio il concerto “Joseph Haydn, Three Grand Trios for the Harpsichord or Piano-Forte”, si terrà alle 21.00, nella Sagrestia grande della chiesa di San Rocco (Strada dell’Università, 8A). Protagonisti ne saranno tre docenti del Dipartimento di Musica Antica del “Boito”: Francesco Baroni, che siederà allo storico fortepiano costruito nel 1795 da Ferdinand Hoffmann, a Vienna, Marco Brolli (flauto tedesco) e Roberto Gini (violoncello).

Il settecentesco fortepiano Hofmann appartiene alla collezione di antichi strumenti a tastiera di Laura Alvini (celebre clavicembalista e pianista scomparsa nel 2005), che da alcuni anni, grazie ai suoi eredi, è custodita in comodato d’uso presso il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. Questi strumenti costituiscono un patrimonio raro, attorno al quale ruotano iniziative didattiche e musicali dell’Istituto di Alta Formazione Artistica e musicale parmigiano di particolare importanza, volte alla ricerca, allo studio e all’esecuzione pubblica del repertorio musicale del passato interpretato su strumenti originali.

La rassegna “Barocco in San Rocco” è realizzata in collaborazione con la Pastorale universitaria di Parma. L’ingresso è libero e gratuito. Per maggiori informazioni: www.conservatorio.pr.it.