0
0
0
s2smodern

Conservatorio di Parma targa BELLAIl suono del pianoforte, ideale per evocare l'acqua, e la versatilità della fisarmonica, capace di dare corpo alla musica barocca e contemporanea. Sono gli strumenti protagonisti di un concerto e una guida all'ascolto organizzati dal Conservatorio di Musica "Arrigo Boito".
Martedì 11 aprile alle 20.30, nell'Auditorium del Carmine, il pianista Andrea Padova darà vita al concerto "Chopin e la nascita dell’Impressionismo", in cui mostrerà come la possibilità di evocare l’acqua con il suono del pianoforte, solitamente associata ai compositori impressionisti, fosse già stata intuita da Fryderyk Chopin e Franz Liszt, e poi sviluppata da Claude Debussy e Maurice Ravel. In programma Mazurke, Valzer, un Notturno e una Barcarola di Chopin; La lugubre gondola n. 2, Prémière Valse Oublièe e Les jeux d’eaux à la Villa d’Este di Liszt; Jeux d’eaux di Ravel e l'Isle Joyeuse di Debussy. L’appuntamento è inserito nel ciclo “I Concerti del Boito”.
Mercoledì 12 Aprile alle 18.00, nell'Auditorium del Carmine, si terrà la guida all'ascolto "La fisarmonica moderna" a cura di Giorgio Dellarole, finalizzata a presentare le diverse sfaccettature dello strumento a mantice. Nell'occasione, la classe di fisarmonica del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", proporrà esecuzioni solistiche e cameristiche di brani tratti dal repertorio barocco e contemporaneo. Questi gli interpreti: Giorgio Dellarole, Elena Champion, Giuseppe Giacalone, Mathieu Grange, Alexey Maniak, Simone Papa, Monica Petrasso, Yue Tingjun. L'incontro è inserito nel ciclo "Il Suono Svelato".

Entrambi gli incontri sono a ingresso libero e gratuito. Per maggiori informazioni: www.conservatorio.pr.it .

Segui le dirette di RossoParma
su Periscope!

@RossoParma