0
0
0
s2smodern

Parma1913 2018 2019 Roberto DAversa in campoAlla vigilia di Atalanta-Parma, gara valida per la 10° giornata del campionato di Serie A Tim 2018/19, Mister Roberto D’Aversa ha incontrato i giornalisti nella sala stampa del Centro tecnico di Collecchio.
Ecco le sue parole:
“Come arriviamo a questa squadra? Con il recupero di Gervinho e la indisponibilità di Inglese; inoltre veniamo da una sconfitta che secondo me per quel che si è visto in campo non abbiamo meritato. Siamo pronti ad affrontare una sfida non facile contro l’Atalanta, una squadra molto forte sotto l’aspetto fisico e con qualità importanti di alcuni giocatori con Ilicic e Gomez. Sarà una gara da affrontare con il massimo rispetto, poiché in questo momento la loro classifica non rispecchia l’andamento del campionato finora analizzando le loro gare. Il loro inizio? A livello mentale hanno forse pagato l’eliminazione dall’Europa League, ma il valore della squadra è importante, lo hanno dimostrato lo scorso anno, li ho visti dal vivo e sono ben allenati da un tecnico come Gasperini che ritengo tra i migliori: abbinano un strapotere fisico a qualità tecniche importanti, ma cercheremo di rendergli la vita difficile, così come abbiamo fatto fino ad oggi con tutte le avversarie“.
“La proprietà parmigiana del club? Per quanto mi riguarda, al di là della variazione di quote cambia poco visto che da quando sono arrivato ho sempre sentito la loro vicinanza, è una fortuna avere una proprietà seppur numerosa ma che ha sempre dimostrato di farci lavorare tranquillamente, sia a me che al direttore, dunque per noi cambia poco, detto che mi fa piacere”.
“L’unica partita dove ci hanno messo in difficoltà fin dall’inizio è stata quella con il Napoli; con la Lazio è stata una gara equilibrata, poi nostro baricentro era più basso per il valore tecnico e fisico dell’avversario, la Lazio lo scorso anno è stata in corsa per la Champions fino all’ultimo e ieri ha vinto ha Marsiglia in Europa League.Domenica abbiamo avuto due episodi che ci potevano fare andare in vantaggio e la gara sarebbe potuta andare in maniera diversa, c’è stato il dispiacere di aver preso gol su una situazione a nostro favore. Se analizziamo la partita, ci sono state poche occasioni da una parte e dall’altra, poi dopo il gol poi ci siamo allungati ed è arrivata anche la seconda rete, ma ho ancora in mentre le due situazioni con Inglese e Di Gaudio con le quali magari la gara sarebbe cambiata. Ma ora è inutile guardare indietro, pensiamo all’impegno successivo, di certo non sarà più facile di domenica scorsa. La Lazio veniva da quattro vittorie su cinque, l’Atalanta arriva da una prestazione in cui ha vinto 1-5 e vive un momento mentale fisico nel quale è in ottime condizioni: siamo abituati ad affrontare le squadre nella massima condizione, ma credo che anche la nostra dal punto di visto psico-fisico è ottimale, conosciamo le difficoltà di questa partita, sottovalutarli sarebbe deleterio”.
“L’Atalanta gioca molto sui riferimenti, sono bravissimi ad aggredirti in avanti, quando costruiscono lo fanno cercando la superiorità numerica sulla fascia dividendo le due catene, sta a noi rendergli la gara più difficile cercando di portare a casa il risultato, a parte la parentesi di Napoli abbiamo affrontato squadre forti facendo bella figura, ma a parte la bella figura ci devono interessare i punti per la salvezza”.
“Chi sarà titolare tra Gervinho, Di Gaudio o Siligardi? Vediamo, si dovrà ragionare su tutto: Inglese è uno bravo a venire incontro e far giocare la squadra, Ceravolo che giocherà domani attacca invece più la profondità, vedremo le scelte da fare fino all’ultimo, si dovrà anche pensare ai possibili risultati durante la gara e quindi se aumentare il potenziale offensivo o meno. Gobbi si è allenato ieri e oggi, ha un problema che si porta da diverso tempo, nel caso non dovesse farcela o optassi per un altro, c’è Bastoni che ha già giocato in quel ruolo. Gagliolo? Non ricordo un suo errore sul gol preso domenica. La squadra nel primo gol della Lazio ha commesso un errore in precedenza su una situazione a nostro favore, fino ad oggi ha fatto un campionato eccellente, se stiamo facendo quel che stiamo facendo è merito di gente come Riccardo o Bruno Alves“.
“Abbiamo ragionato sulla possibilità di partire dal’inizio con Gervinho, a meno che non succeda qualcosa partirà dall’inizio: difficile decidere ora il minutaggio totale, dipende da come si sente lui, ha lavorato bene in questo periodo, la settimana scorsa non abbiamo voluto rischiarlo, in questo momento rischiare di perderlo per un mese non è per noi l’ideale”.

I CONVOCATI:
Al termine della seduta di allenamento a porte chiuse sostenuta ieri mattina al Centro Sportivo di Collecchio, Mister Roberto D’Aversa ha convocato per la gara contro l’Atalanta, in programma oggi alle 15.00 allo Stadio ”Atleti Azzurri d’Italia” e valida per la decima giornata del campionato Serie A Tim 2018-2019, i seguenti 21 calciatori:
Portieri: Bagheria, Frattali, Sepe;
Difensori: Bastoni, B. Alves, Gagliolo, Gazzola, Gobbi, Iacoponi;
Centrocampisti: Barillà, Deiola, Rigoni, Scozzarella, Stulac;
Attaccanti: Biabiany, Ceravolo, Ciciretti, Di Gaudio, Gervinho, Siligardi, Sprocati.

Sostieni Rossoparma con una donazione