0
0
0
s2smodern

ZFoto Parma1913 BariUna partita noiosetta, poco “da B”, in effetti. Parma e Bari scelgono di non farsi male e di rimanere più o meno dove si trovavano, in classifica. A distinguersi Galano per il Bari, Lucarelli per il Parma.


IL TABELLINO DELLA GARA:
Bari – Parma 0-0
FC BARI 1908: Micai, Sabelli, Tonucci, Petriccione, Galano (Cap.) (82′ Kozak), Cassani, Improta, Marrone (V.Cap.),Tello, Iocolano (63′ Brienza), Nenè (63′ Flor Flores).
A disposizione: De Lucia, Conti, Capradossi, D’Elia, Basha, Kozak, Salzano, Flamozzi, Diahkitè, Busellato.
All.: Grosso
PARMA CALCIO 1913: Frattali, Iacoponi, Di Cesare (80′ Sierralta), Lucarelli (Cap.), Baraye (86′ Siligardi), Insigne, Di Gaudio, Scozzarella, Gagliolo, Scavone (V.Cap.) (89′ Barillà), Dezi.
A disposizione: Nardi, Dini, Corapi, Scaglia, Munari, Ramos, Frediani, Nocciolini, Germoni.
All.: D’Aversa
Arbitro: Sig. Marco Piccinini di Forlì. Assistenti: Sigg. Luigi Rossi di Rovigo e Giuseppe Opromolla di Salerno. IV Uomo: Sig. Livio Marinelli di Tivoli.
Note – Calci d’angolo: 6-4. Ammoniti: Petriccione (30′), Scavone (33′), Tonucci (42′), Cassani (65′), Sabelli (66′), Scozzarella (84′). Recupero: 2’pt, 4’st.
SALA STAMPA:
MATTEO SCOZZARELLA:
Dopo il pareggio del Parma Calcio stasera allo stadio San Nicola di Bari, è stato il regista del centrocampo Crociato Matteo Scozzarella a parlare in mixed zone:
“Sapevamo che loro palleggiavano bene. Noi abbiamo cercato di fare una partita difensiva basata sulle ripartenze, sfruttando le nostre caratteristiche. Alla fine non è riuscito a prevalere nessuno, però abbiamo fatto una buona prestazione e siamo contenti del punto. Il Bari credo abbia preparato l’impegno, tenendo presente le qualità dei nostri attaccanti. Diciamo che un po’ entrambe le squadre hanno cercato di fare la stessa partita come impostazione. Siamo contenti di essere lassù in classifica. La prossima partita in casa con lo Spezia è fondamentale, cercando assolutamente i tre punti per dar seguito ai nostri risultati con continuità“.
ROBERTO D’AVERSA:
Al termine del match terminato 0-0 tra Bari e Parma, Mister Roberto D’Aversaha incontrato i giornalisti nella sala stampa del San Nicola.
“Credo che sia stata una partita molto equilibrata, interpretata nella maniera giusta, non era facile venire qui a giocare in un stadio così importante e dopo la vittoria a Perugia da parte del Bari: se si va ad analizzare tutta la partita credo che con un po’ più di malizia e di determinazione in più avremmo potuto anche portare a casa i tre punti. Dare continuità di risultati in B è importante, poi bisogna vedere in che modo arrivano questi pareggi, abbiamo avuto da recriminare molto con il Cesena: nonostante la mole di gioco e le tantissime occasioni da rete create non abbiamo portato a casa i tre punti. I ragazzi stanno facendo un percorso di crescita molto importante”.
“Quella di oggi era una partita importante per il prosieguo del campionato, sono quelle quattro o cinque gare che possono segnare un percorso nell’arco di un campionato, c’è stata una prova di maturità, dobbiamo ripartire da questo. Noi non ci limitiamo in nulla, come ho sempre detto sin dall’inizio del campionato ci sono delle squadre che partono avvantaggiate per il fatto che sono in B da tanti anni, o c’è chi è sceso dalla Serie A, ma questo non comporta il fatto di precluderci la possibilità di fare qualcosa di importante, lavoriamo settimana dopo settimana e alla fine tireremo le somme: se gli altri saranno stati più bravi di noi gli faremo i complimenti, altrimenti ce la giocheremo fino alla fine”.
“Di Cesare era molto tempo che non giocava, però a volte le motivazioni sono più importanti della condizione fisica, chiaro che essendo fuori da tanto si poteva immaginare il fatto che non potesse fare i novanta minuti, ma ha disputato un’ottima gara fino a che è riuscito a stare in campo. Il Bari? L’ho visto meno sbarazzino, il che mi fa pensare che ci temono e rispettano: loro in casa hanno sempre avuto un ruolino di marcia importantissimo, a parte contro il Palermo, quindi per noi è stata una prova di forza e dobbiamo ripartire da questa gara, ma non dobbiamo appagarci e continuare a migliorare quegli aspetti dove si tratta di concretizzare le occasioni create che possono essere una, due o di più come successo contro il Cesena. In questo momento siamo bravi, dobbiamo diventare bravissimi”.
“Il Parma con Ceravolo non riesco ancora immaginarlo, perché non l’ho avuto ancora a disposizione. Chiaro che non devo dire io che giocatore è, lo scorso anno ha fatto 20 gol in campionato più uno nei playoff, è un elemento importante ma in questo momento non c’è e devo dire che i ragazzi che stanno scendendo in campo non stanno facendo sentire la mancanza sua, nè di Calaiò”.

Sostieni Rossoparma con una donazione