0
0
0
s2smodern

Malta Parlamento CFF Filiberti“Il comunicato è sintesi delle nostre riflessioni sulla situazione aziendale della CFF Filiberti”, ci racconta Mirko, mandandoci il comunicato che riportiamo qui sotto. Niente menate, niente giri di parole: solo la preoccupazione di 17 esseri umani, gente che come tutti ha famiglia, mutui, prestiti, l'apparecchio della bambina da pagare al dentista e cose così. Se qualcuno di quelli implicati nella vergognosa vicenda della costruzione del Parlamento maltese ( LEGGI )  trovasse la capacità di arrossire, non sarebbe poi così male, in effetti.

Un comunicato semplice e diretto, e particolarmente esaustivo della vicenda.

"Noi della Cff Filiberti – recita la nota - esprimiamo forte preoccupazione e denunciamo l'inaccettabile condizione di chi quotidianamente vive a lavora sotto la minaccia continua di una possibile chiusura dell'azienda.

 

ZFoto Lavoratori FilibertiLa lunga crisi aziendale che dura ormai da tre anni ha indebolito la struttura finanziaria e organizzativa della Cff Filiberti rendendola estremamente vulnerabile ad azioni, anche legali e risarcitorie, ad opera di banche, fornitori, ex dipendenti.
Il nostro appello rivolto alle Istituzioni, alla Comunità montana, alla politica è quello di non lasciarci soli, per non disperdere un patrimonio di saperi e di saper fare, e per non rendere vani gli sforzi e i sacrifici che lavoratori e proprietà insieme stanno facendo per uscire dalla crisi. Ricercare le giuste soluzioni che consentano, attraverso un proficuo confronto tra la Proprietà e le parti coinvolte, di garantire la continuità lavorativa e la salvaguardia occupazionale, e con i giusti tempi soddisfare le legittime aspettative di chi rivendica un suo diritto. Crediamo che la difesa del nostro lavoro significhi anche difesa di un delicato equilibrio tra il territorio e il suo tessuto produttivo così prezioso per le nostre valli del Ceno e del Taro. Chiediamo quindi a gran voce semplicemente di poter continuare nel nostro lavoro e guardare al futuro con maggiore serenità".

Sostieni Rossoparma con una donazione