0
0
0
s2smodern

Lavoro banco metalmeccanicoRAPPORTO ICE 2016-2017; CRESCITA REGIONE SUPERA QUELLA ITALIANA. (DIRE) Bologna, 22 ago. - Cresce l'export in Italia e in Emilia-Romagna cresce un po' di piu'. Dai dati presentati nel 31esimo Rapporto Ice 2016-2017 "L'Italia nell'economia internazionale" emerge che nel 2016 le esportazioni italiane di merci sono cresciute dell'1,2% rispetto all'anno precedente.

In questo contesto, le esportazioni dell'Emilia-Romagna, che nel 2016 hanno superato quota 56 miliardi, hanno continuato a crescere (+1,5%) per il settimo anno consecutivo, a livelli piu' elevati rispetto alla media nazionale (1,2%). La quota sul totale delle esportazioni nazionali si conferma al 13,6%, al pari del 2015. Dal lato delle importazioni, la regione ha registrato un aumento rispetto al 2015 (+3,3%), in controtendenza rispetto alla media nazionale (-1,3%). Nel primo trimestre del 2017, l'interscambio ha registrato una dinamica particolarmente vivace con le esportazioni in aumento dell'8,9% rispetto allo stesso periodo del 2016, e le importazioni in progresso del 10%. Le esportazioni sono trainate dalla meccanica (10,4%) e dall'automotive (+12,4%), seguite da quelle di prodotti alimentari, bevande e tabacco (+7,0%), del sistema moda (+6,3%) dei prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (+7,4%). In controtendenza i mobili (-1,0%). Infine, impennata delle esportazioni dei prodotti della metallurgia (+28,8%). Con riferimento ai principali mercati di sbocco, le esportazioni dell'Emilia-Romagna nel 2016 hanno vissuto andamenti piuttosto eterogenei. I flussi verso l'Ue sono cresciuti del 5,7%, con andamenti simili nei primi due mercati (Germania +3,4%, Francia +5,3%); in forte progresso le esportazioni verso la Spagna (+11,4%). Fra i paesi extra Ue, le esportazioni verso gli Stati Uniti (terzo mercato di sbocco della regione) hanno registrato un calo del 9,4%, mentre si interrompe la serie delle variazioni negative verso la Russia (+1,5%). In Cina le esportazioni sono aumentate del 5,4%.
A livello settoriale, la meccanica, cui afferisce circa un terzo dell'export regionale, ha visto crescere le proprie esportazioni (+2,3%), mentre i mezzi di trasporto, secondi per importanza, hanno conosciuto una forte contrazione (-5,3%), in particolare gli autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (-9,4%). Il sistema moda, terzo settore per importanza, e' progredito rispetto all'anno precedente (+3,5%), laddove il settore degli altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi, tra cui le piastrelle di Sassuolo, ha irrobustito la propria crescita con un incremento del 5,6%. Un altro settore particolarmente dinamico e' stato quello dell'elettronica, con un aumento del 7,5% rispetto al 2015. Le esportazioni di prodotti alimentari, bevande e tabacco aumentano dell'1,8%.

A livello delle singole province, nel 2016 Rimini si e' dimostrata la piu' dinamica per variazione delle esportazioni (+12,3%), seguita da Piacenza (+6,9%) e Forli'-Cesena (+3,3%). In calo invece rispetto al 2015 le esportazioni da Ferrara (-13,2%), Ravenna (-1,2%) e Parma (-0,1%). Quasi due terzi del totale delle esportazioni della regione proveniva nel 2016 dalle province di Bologna (+0,7%), Modena (+2,3%) e Reggio nell'Emilia (+2%). (Red/ Dire)

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner