0
0
0
s2smodern

Zaccardo: ipotesi ritorno in maglia crociataIl Capodanno della Serie A scatterà tra due giorni quando si aprirà ufficialmente il calciomercato: solamente allora si potrà verificare la fondatezza delle notizie che da settimane circolano riguardo a cessioni e nuovi innesti tra le fila del Parma. Al momento gli unici dati certi sono il ritorno di Valdes in Cile al Colo Colo ed il passaggio all’Atalanta in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino di Benalouane. Il centrocampista ha deciso di ritornare in patria a causa dello scarso impiego in questa prima parte della stagione contrariamente a quanto avvenuto nella precedente, quando era stato trasformato da Donadoni in regista. Il trasferimento del secondo, invece, anche tramite la concomitante probabile partenza di Mesbah, potrebbe aprire le porte ad uno dei tanti ritorni possibili in maglia crociata, quello di Zaccardo che al Milan non ha mai avuto l’opportunità di brillare. Un altro graditissimo ritorno potrebbe essere quello di Giovinco: l’affare potrebbe andare in porto qualora la Juventus acquistasse Biabiany o la metà del suo cartellino in mano alla Sampdoria: in questo ultimo caso il club blucerchiato avrebbe la liquidità necessaria a riportare il talento di Bari a Genova mettendo fine ad una querelle che si prolunga ormai da più di un mese. L’effetto domino che si scatenerebbe a quel punto, consentirebbe al Parma di riabbracciare la formica atomica smaniosa di concludere il campionato ai massimi livelli per non precludersi la speranza di ottenere una convocazione per il mondiale in Brasile. Tornando a Biabiany, il suo ormai inevitabile addio potrebbe spingere la società crociata a puntare sul 26enne Victor Obinna, ex giocatore interista che in questo momento gioca in Russia nella Lokomotiv Mosca.


Con ogni probabilità, tuttavia, i club di casa nostra – alle prese con casse non proprio floride – attenderanno gli ultimi giorni della finestra di mercato (che si concluderà il 31 gennaio) al fine di far abbassare le quotazioni: sarà pure un anno nuovo, ma i problemi finanziari di chi in passato ha sborsato con eccessiva leggerezza, rimangono immutati e la parola d’ordine è risparmio.

Sostieni Rossoparma con una donazione