0
0
0
s2smodern

Filippo Fritelli Pd SalsomaggioreLa conferma arriverà soltanto dal Ministero dell’Interno, ma a Salsomaggiore pare abbia “vinto” Filippo Fritelli, sindaco uscente.
Perché il virgolettato? Perché anche in questo caso stiamo parlando di un sindaco insignificante, e non intendendo l’espressione come giudizio sulla caratura del personaggio, ma come presa d’atto di un trend veramente poco edificante, riguardante l’evento elettorale in se stesso. In altre parole: il giudizio varrebbe anche se fosse prevalsa la contendente Anna Volpicelli o un qualsiasi altro candidato, non importa di quale colore.
Salsomaggiore Terme è un comune che conta oltre 20 mila abitanti ufficiali, cui vanno certamente aggiunti quelli che non hanno ancora lo “status” di cittadini con diritto di voto. Tolti i bambini ed i ragazzi, gli aventi diritto sono risultati essere 15.793. Di essi si è recato alle urne il 49,63%, pari a 7.839 persone.
Di esse ha votato per il sindaco uscente il 50,66% dei cittadini, pari a 3.873 persone. Ad Anna Volpicelli, candidata sostenuta Lega, Forza Italia, Udc e FdI, sono toccati 101 voti in meno: 3.772 preferenze, pari al 49,34% di chi si è recato ai seggi.
Perciò in effetti il vincitore rappresenta più o meno un settimo della propria comunità e nemmeno un quarto dell'elettorato, la sua antagonista persino meno. E’ evidente perciò che la scarsa (se non nulla) rappresentatività del prossimo Consiglio comunale e della prossima giunta, non vada inteso tanto come un giudizio sul singolo candidato, quanto come presa d’atto di una cesura ormai fisiologica tra il cittadino e il rappresentante istituzionale. E difatti abbiamo condotto ragionamento analogo anche nella rielezione di Pizzarotti a Parma e di altri esponenti in svariati luoghi dello stivale.
I politici, di tutte le bandiere e di ogni colore, normalmente nascondono rapidamente sotto il tappeto questa evidenza, ma il fatto in sé rimane, e mette una certa tristezza. Almeno, avendo a cuore i normali meccanismi della democrazia agita.
Postilla: con un margine di vittoria tanto stretto, un riconteggio delle schede, che hanno previsto oggi 191 schede non valide, di cui 3 contestate, potrebbe cambiare in modo sensibile i dati attualmente pubblicati sul sito del Viminale.

Sostieni Rossoparma con una donazione