0
0
0
s2smodern

ZFoto Sala Attiva LercioQualche giorno fa ( LEGGI ) abbiamo affrontato il tema delle bufale in rete, cioé di quelle notizie che, non essendo verificabili, inquinavano il bagaglio di conoscenze di ciascuno di noi.
Quelli di Sala Attiva, lista che ha espresso come Consigliere comunale Tiziana Azzolini ( basta immigrati, no questo, no quello e bla bla bla ), nella foga di attaccare la comunque opinabile Laura Boldrini, hanno pensato bene di condividere un articolo di...Lercio. Cioè del più noto quotidiano satirico attualmente su piazza.
Il commento? “Sui social escono notizie non sempre corrette, se questa si rivelasse vera dovremo chiederci seriamente con chi abbiamo a che fare”, hanno scritto.
Ed è una sacrosanta verità. Che aumenterebbe la propria probabilità di risoluzione se chi esige di ricevere uno stipendio come sindaco, assessore, consigliere, avesse abbastanza cognizione da non diventare a sua volta un divulgatore di panzane. Si prendesse, cioé, quei 5 minuti necessari per verificare il contenuto che sta diffondendo.
Anche la reattività alla notizia postata è suggestiva d’altro: i fan della Azzolini hanno in maniera acritica immediatamente proceduto con la "lapidazione" della Boldrini, agli avversari politici non è parso vero di poter prendere un po’ per i fondelli ( che è ormai rimasta l’unica parte seria della dialettica politica ).
Da notare che da fine 2014 la signora Azzolini è rappresentante delle liste civiche per Parma, Piacenza e Reggio Emilia nel coordinamento Anci dell’Emilia-Romagna.
E’ un piccolo episodio, che però ci pare confermare quanto raccontavamo qualche giorno fa: la narrazione presa dai social si sta facendo di giorno in giorno meno verosimile, raccontando ormai platealmente la “surrealtà”, se così vogliamo chiamare questa nuova dimensione della realtà.
QUESTO IL BELLISSIMO PEZZO DI LERCIO

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner