0
0
0
s2smodern

Lavoro microimprese mattonciniE 5 SUE PROVINCE SONO NELLA TOP 20 DELLE MIGLIORI PERFORMANCE. (DIRE) Bologna, 9 gen. - Nel 2016 si conferma ai massimi storici l''export made in Italy nei settori delle piccole e micro imprese con l'Emilia-Romagna che vede un aumento del +2,7%, un dato che la pone al sesto posto tra le regioni con la migliore performance.

Del resto, nelle prime venti posizioni ci sono ben cinque province della regione: Parma (+6%), Piacenza (+5%), Forli'-Cesena (+3,9%), Bologna (+3,8%) e Modena (+1,9%).
"I dati che arrivano da questa analisi dell'Ufficio studi di Confartigianato- spiega il presidente di Confartigianato Emilia-Romagna Marco Granelli- confermano l'attivismo delle micro e piccole imprese del nostro territorio, capaci di conquistare nuove quote di mercato all'estero anche in presenza di dimensioni aziendali ridotte. E' segno che capacita', competenza e innovazione non dipendono solo dalla dimensione aziendale". L''indagine (su dati Istat) rileva che nei primi nove mesi del 2016 le esportazioni nei settori a maggiore concentrazione di micro e piccole imprese sono salite dell'1,2%, ad un ritmo doppio rispetto alla media del manifatturiero (+0,6%). Nel dettaglio si tratta di nove comparti in cui la quota degli occupati in imprese con meno di 50 addetti e' superiore al 60%. Tra i settori dove e' alta la quota delle piccole e micro imprese si registra un maggiore dinamismo per il legno (+5,4%), seguito da prodotti alimentari (+3,4%), mobili e articoli di abbigliamento (entrambi con +1,6%), prodotti tessili (+1,5%). Le vendite si concentrano sopratutto negli stati dell'Unione europea a 28, che resta l''area geografica piu' dinamica (+2,5%), mentre sono stazionarie l'America (0,3%) e Paesi europei non Ue (0,0%); in calo Asia (-0,7%) mentre cede l'Africa (-5,7%). (Vor/ Dire)

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner