0
0
0
s2smodern

Aeroporto alitalia ryanair code aereiGIBERTONI: REGIONE GARANTISCA CHE NON SI SPRECHERANNO RISORSE 

Una doccia gelata per l'aeroporto di Parma. Arriva dal Movimento 5 stelle (un tempo al governo della citta' ducale con il sindaco Federico Pizzarotti, ndr) che in un'interrogazione in Regione mette in discussione il progetto di rilancio del "Giuseppe Verdi", da attuare attraverso la riconversione dello scalo per il traffico merci e cargo. Un progetto avallato dallo stesso ente regionale che per le opere necessarie -tra cui l'allungamento della pista- ha stanziato 12 milioni.

PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

La capogruppo pentastallata Giulia Gibertoni pero', alla luce dell'esposto presentato da Legambiente in Procura sull'incompatibilita' tra l'ampliamento dell'aeroporto e il nuovo centro commerciale previsto nelle vicinanze, domanda infatti in un'interrogazione all'esecutivo regionale "se e come ritenga compatibile la coesistenza di due strutture potenzialmente interferenti, specie in relazione alle aree di sicurezza dell'aeroporto". Inoltre, considerando il costante calo dei passeggeri della struttura, "quali siano le evidenze che indurrebbero a ritenere percorribile e vantaggiosa la valorizzazione dell'aeroporto di Parmacome scalo cargo". Gibertoni chiede infine alla Regione "se ritenga di poter garantire che in futuro per il 'Giuseppe Verdi' non si assistera' a spreco di denaro pubblico, come gia' avvenuto per piccole strutture aeroportuali, anche di questa regione". (Cai/ Dire)

Sostieni Rossoparma con una donazione