0
0
0
s2smodern

Consiglio comunale2017 Lega Nord Carlotta MaruATTIVISTA NO IUS SOLI E CON T-SHIRT RUSPA; E M5S PRENDE DISTANZE.

Laureata in giurisprudenza, 34 anni, gia' consigliera comunale della Lega a Parma, dove in questo mandato ricopriva l'incarico di vicepresidente dell'aula. L'Emilia-Romagna ha deciso di affidare all'esponente del Carroccio Carlotta Maru' l'incarico di difensore civico regionale. Il nome di Maru' e' stato votato oggi in Assemblea legislativa dal centrodestra (la proposta in aula e' stata fatta dal capogruppo del Carroccio, Alan Fabbri), col sostegno del Pd (34 voti in totale). Scheda bianca da parte dei tre consiglieri di Mdp e Sinistraitaliana. I 5 stelle, invece, si sono divisi ancora una volta dai loro alleati di governo a Roma, proponendo come difensore civico l'avvocato bolognese Velia Recchia, che pero' ha ottenuto solo due voti. Come risulta dal suo profilo social, Maru' e' una militante del Carroccio da diversi anni, molto sensibile al tema del maltrattamento degli animali. Di recente ha fatto campagna contro lo ius soli e si e' impegnata in banchetti a favore della candidatura a premier di Matteo Salvini. Dal suo profilo Facebook emerge anche una sua foto con indosso una maglietta col disegno di una ruspa. Dal 2015 al 2017 e' stata presidente del consiglio del quartiere Parma centro, poi ha ricoperto l'incarico di vicepresidente del Consiglio comunale.
Dal punto di vista professionale, invece, Maru' ha svolto pratica forense in uno studio legale della sua citta'. Ha poi collaborato come consulente con il Dipartimento europeo di controllo degli illeciti bancari (Deciba) e con Fiere di Parma. "Una giovane donna- sottolinea Fabbri- elemento di novita' nell'ambito della difesa civica regionale". Polemizzano pero' i 5 stelle. "La candidata del centrodestra a nostro giudizio non ha i requisiti per ricoprire questo ruolo", afferma la capogruppo M5s, Silvia Piccinini. E il grillino Andrea Bertani aggiunge: "Il difensore civico deve essere scelto tra persone di riconosciuta professionalita', con esperienza e con i requisiti richiesti. Aver svolto lavoro di segreteria per tre anni in uno studio legale, oltre a essere consigliere comunale, non e' un requisito sufficiente". (San/ Dire)

Sostieni Rossoparma con una donazione