0
0
0
s2smodern

Consiglio comunale2017 Parma Protagonista Pier Paolo Eramo interventoLa rete scolastica di Parma ha molti problemi da affrontare (tra cui, urgentemente, la riqualificazione degli edifici), ma l'organo tecnico di coordinamento Comune/presidi del "Patto per la scuola" non viene convocato da mesi: visto che si stanno per aprire le iscrizioni del prossimo anno scolastico e le famiglie non sono state ancora informate di nulla, il 22 dicembre scorso ho posto formalmente le seguenti domande alla Giunta, chiedendo che le scelte che hanno maggiore impatto sulle scuole siano condivise con i dirigenti scolastici:

"Il sottoscritto consigliere, premesso:
a) che abbiamo appreso da notizie di stampa che è prevista una significativa riqualificazione della scuola Albertelli – Newton, la cui prima fase dovrebbe svolgersi a partire dalla prossima estate;
b) che sarebbero previsti stralci progressivi pluriennali, in modo da non dover spostare in blocco tutti gli alunni, ma solo quelli delle classi via via interessate dai lavori, come già avvenuto in altre occasioni;
c) che dovrà quindi essere organizzata la delocalizzazione degli alunni, operazione che potrebbe interessare altre scuole del Comune di Parma;
d) che il Comune ha svolto nei due ultimi anni una approfondita ricognizione della situazione strutturale delle scuole di Parma, in vista della loro messa in sicurezza;
e) che esistono altre scuole oltre a quella sopra citata che necessitano di importanti interventi di riqualificazione;
f) che nel DUP di recente approvazione è prevista la costruzione di due nuove scuole, una nell'area dell'ex Castelletto e una nella zona ovest della città;
g) che la scuola ex-Pascoli è stata liberata in seguito al trasferimento nella nuova sede della Scuola per l'Europa;
h) che sono noti gli squilibrii della rete scolastica del Comune di Parma, quali, a titolo di esempio, scuole primarie senza secondarie o con secondarie inadeguate; diseguale concentrazione di alunni con cittadinanza non italiana; eccesso di domande di iscrizioni in alcune scuole e scarsità in altre; ecc.
i) che lo stradario del Comune di Parma non sempre risponde alle domande di iscrizione e dovrebbe essere di volta in volta adeguato alla situazione anagrafica;
j) che esiste tra i Dirigenti delle scuole del primo ciclo del Comune di Parma e il Comune un accordo denominato “Patto per la scuola”, finalizzato al coordinamento tra Scuole ed Ente locale su tutti i temi di comune interesse, al fine del miglioramento costante dei servizi educativi offerti ai cittadini;
k) che l'organizzazione della rete scolastica e gli assetti territoriali delle Scuole di Parma sono tra i temi più rilevanti del Patto, e necessitano di elaborazione approfondita e condivisa tra tutti i soggetti coinvolti, compreso l'Ufficio Scolastico Provinciale;
l) che esistono un Comitato tecnico che svolge funzioni di coordinamento del Patto su tutti i temi qui ricordati, e una Consulta dei Presidenti di Consiglio d’Istituto, che è organismo consultivo e propositivo in ordine ai temi della politica scolastica cittadina;
m) che quest'anno scolastico il primo di questi due organi è stato riunito una sola volta e il secondo mai, mentre il dialogo con l'Ufficio Scolastico provinciale appare occasionale;
n) che si sono svolte nel mese di dicembre le presentazioni delle scuole ai genitori per l'iscrizione alle future classi prime dell'a.s. 2018/19, con inizio nel mese di gennaio, senza che i Dirigenti avessero alcuna notizia in merito ai punti di cui sopra;
tutto ciò premesso, il sottoscritto consigliere

INTERROGA
Sindaco e Giunta per conoscere:
a) in cosa consistono i lavori previsti presso gli edifici dell'IC Albertelli-Newton e qual è il cronoprogramma di questi lavori;
b) se i lavori previsti implicheranno lo spostamento degli alunni, in particolare delle future classi prime, e se coinvolgeranno altre scuole del Comune;
c) in caso di risposta affermativa alla domanda precedente, di quante classi si tratta e per quali periodi, in quali locali si prevede di spostarli e in base a quali criteri;
d) quali sono i risultati della ricognizione degli edifici scolastici del Comune di Parma e perché i Dirigenti non sono mai stati informati dei suoi risultati, essendo questi ultimi direttamente responsabili della sicurezza di alunni e personale interno ed esterno alla scuola, in quanto assimilati a datori di lavoro;
e) quali altri lavori di riqualificazione o di nuova costruzione di scuole sono previsti e con quali tempi;
f) se la scuola ex Pascoli è nella disponibilità del Comune di Parma e se il Comune ha intenzione di utilizzarla, con quali tempi e in che modo;
g) quando saranno convocati gli organi del Patto per la Scuola (Comitato tecnico e Consulta dei presidenti) per la condivisione e la discussione degli argomenti di cui alle lettere precedenti;
h) quando quando saranno convocati gli organi del Patto per la Scuola (Comitato tecnico e Consulta dei presidenti) e sarà avviato un processo di concertazione con l'Ufficio Scolastico Territoriale per affrontare più in generale la questione della razionalizzazione della rete scolastica del Comune di Parma, con particolare riferimento agli argomenti ricordati nella lettere h e i delle premesse."

PER APPROFONDIRE SUL TEMA SCUOLA LEGGI LEGGI LEGGI

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner