0
0
0
s2smodern

Michele Alinovi assessore allurbanistica PizzarottiSiamo al settecentododicesimo annuncio, o giù di lì. Periodicamente, quando il livello di gradimento del pubblico (più che del cittadino) cala sotto il livello di guardia, l’ufficio stampa del Comune di Parma ( LEGGI ) dà comunicazione rispetto ai lavori al parco Ducale sul lato che guarda l’Efsa.
Dovete pensare, tanto per darvi un’idea, che ai primi annunci dava risposta il neoeletto Consigliere comunale Massimo Iotti, che intervistavamo proprio nei pressi del circolo Fulgor. Così, tanto per dire.
Della società immobiliare milanese cui Michele Alinovi ha imposto andasse l’area compresa tra il circolo e l’hotel, nessuno ha più sentito parlare e da allora quella zona è IL degrado per definizione. E’ talmente in uno stato di abbandono che le ponghe ci girano armate di spry al peperoncino e mai da sole.

LEGGI DEGLI ANNUNCI PRECEDENTI E VAI A RITROSO NEI LINK
Perciò cuccatevi anche questo comunicato, lo riportiamo integralmente: quanto seriamente prenderlo sta a voi.


Riceviamo e pubblichiamo:

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro.

Parma, 17 ottobre 2017.Via libera della Giunta Comunale al primo stralcio del progetto esecutivo inerente la valorizzazione ed il recupero del limite Nord – Est del Parco Ducale. Si tratta di un progetto di grande portata che ha visto l'assessorato ai lavori pubblici, guidato da Michele Alinovi, prevedere lo stanziamento di 1.281.000 euro. Si tratta in gran parte di fondi europei che afferiscono all'insediamento Efsa e che il Comune è riuscito e dirottare su questo progetto, poiché in un primo momento erano stati destinati alla realizzazione di due rotatorie.

Il progetto nasce da un ripensamento del comparto che gravita attorno alle sede dell'Efsa ed al Parco Ducale con l'obiettivo di migliorarne l'accessibilità anche da un punto di vista viabilistico e, quindi, i collegamenti con la zona circostante: viale Piacenza ed il Parco Ducale stesso, nell'ottica di un processo di riqualificazione infrastrutturale delle città con la previsione di valorizzare il Palazzo del Giardino creando un miglior collegamento ciclo pedonale sia per i turisti che per i cittadini, sopratutto della parte nord e dell'Oltretorrente.

E', quindi, un “Giardino ritrovato” quello che ospiterà una serie di nuovi percorsi che consentiranno una maggiore integrazione dell'impianto del Parco con le zone circostanti e l'accesso e la vivibilità della cittadinanza.

Il primo stralcio riguarda la demolizione dell’attuale muro, che separa il Parco Ducale da viale Piacenza.Al suo posto verrà realizzata una nuova cancellata in linea con le caratteristiche architettonico-storiche del parco, il riferimento per il disegno di quest’ultima è nella cancellata tardo ottocentesca presente ai due lati del Parco, su via Pasini e via Kennedy. Attualmente il Palazzo Ducale è sede del Comando Provinciale dei Carabinieri, per cui la nuova recinzione dovrà avere caratteristiche tali da soddisfare le necessità di sicurezza dell’Arma. Per questo è prevista la realizzazione di un sistema di videosorveglianza ad hoc. Verranno, poi, realizzate nuove trottatoie per l’accesso diretto al Palazzo Ducale da Viale Piacenza, in posizione frontale rispetto alla sede EFSA, con l’inserimento di un nuovo cancello carrabile e di dissuasori a tutela dell’accesso. Anche il cancello carrabile esistente verrà riqualificato e sistemato.

La gara d’appalto relativa al primo stralcio lavori è in corso, la ditta esecutrice sarà individuata verso metà novembre e l’inizio lavori è previsto per il primo trimestre del 2018.

Il secondo stralcio prevede il recupero delle mura farnesiane ed un'arena all'aperto connessa all'attività del Teatro al Parco.

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner