0
0
0
s2smodern

ZFoto Comune e Tep conferenza stampaLa 7 diventerà linea di forza per collegare autostrada, stazione e Campus, passando per l'Oltretorente. Da gennaio entreranno in servizio nuovi bus 18 metri per trasportare circa 21.000 passeggeri al giorno. Modifiche importanti anche alle linee 2, 13 e 23.

"Si tratta di un progetto fortemente voluto dall'Amministrazione e condiviso con Tep e Smtp, a seguito della visita effettuata nella città di Nantes, nell'ambito del progetto Civitas. Abbiamo riscontrato che l'alta capacità di trasporto delle linee costituisce un fattore importante anche per lo sviluppo dell'utenza. Ne è un esempio la linea di bus 5 dove sono stati introdotti nuovi mezzi, più capienti, e dove si è registrata un contestuale aumento degli utenti in misura superiore al 10%”. Con queste parole l'assessore ai trasporti Gabriele Folli ha introdotto la conferenza stampa di presentazione delle novità che riguardano le linee urbane attive sull’asse nord-sud della città , che entreranno in vigore da venerdì 1 luglio .
“Le modifiche introdotte sono frutto dello studio dei flussi di mobilità per questa dorsale cittadina, sulla quale ogni giorno circa 21.000 persone si muovono in autobus – ha spiegato Pierdomenico Belli, amministratore unico della società SMTP - scopo dell’intervento è quello di consentire ai passeggeri di raggiungere più facilmente le zone d’interesse e di migliorare gli accessi ad alcune aree, con particolare attenzione a quella del Campus universitario”.
“La linea 7, che sarà la nuova linea di forza sull'asse nord sud – ha sottolineato Folli – è ridisegnata in modo da collegare il parcheggio scambiatore dell'autostrada con stazione e campus universitario, passando per l' Oltretorrente. Intanto si parte dal primo di luglio per abituare gli utenti in un periodo non di grande afflusso, in attesa di immettere sulla linea nuovi confortevoli bus da 18 metri. Nel frattempo, per sostenere l'operazione anche dal punto di vista dell'efficienza del servizio verranno istituite nuovi tratti di corsie riservate sul Lungo Parma e, grazie ad un progetto regionale, verranno adeguate alle esigenze delle persone con disabilità tutte le fermate lungo al nuova linea 7”.
Pierdomenico Belli ha spiegato come cambieranno i percorsi dei bus urbani sull'asse nord – sud a partire da venerdì prossimo.
L’intervento comprende una serie di modifiche di percorso che interessano le linee 2, 7, 13 e 23. In particolare:
la NUOVA LINEA 2: dopo il Centro Torri, andrà a servire il quartiere Santa Elisabetta e percorrerà via Paradigna fino a raggiungere il Parcheggio Nord. Non proseguirà più in direzione San Polo di Torrile/Colorno, zona che sarà servita dalla linea 7;
la NUOVA LINEA 7: proveniente dal Campus, passerà da Barriera Bixio proseguendo per viale Vittoria e strada D'Azeglio, quindi fermerà in stazione e proseguirà lungo via San Leonardo fino al Parcheggio Nord. Di qui, la linea proseguirà per San Polo di Torrile e Colorno (in sostituzione della linea 2 che ad oggi effettua prolungamento per queste località).
la NUOVA LINEA 13: proveniente dal Cinghio Sud, raggiungerà la stazione ferroviaria e svolterà per viale Mentana (DUC) e via Toscana (plesso scolastico ITIS). Proseguirà, quindi, su via Colombo per raggiungere il quartiere Benedetta con capolinea in via Lanfranchi.I
Inoltre, la LINEA 23 non passerà più lungo via Mazzini e via Garibaldi, ma, dopo Ponte di Mezzo, svolterà sul Lungoparma per raggiungere il terminal urbano della stazione ferroviaria (oggi la linea ferma a barriera Garibaldi). In questo modo gli abitanti delle località raggiunte dalla linea 23 in prolungamento (Fontanellato, Fontevivo, S.Secondo, Trecasali, Viarolo, Noceto e Sant'lario d’Enza) beneficeranno di un collegamento diretto ai servizi ferroviari.

Le linee 2, 7 e 13 avranno frequenza 20 minuti nel tratto urbano nel periodo estivo e 15 minuti nel periodo invernale, mentre per la linea 23 è confermata la frequenza a 15 minuti per tutto l’anno.

“All’inizio del 2017 sulla linea 7 prenderanno servizio nuovi bus autosnodati lunghi 18 metri – ha annunciato Antonio Rizzi, presidente di TEP - le nuove vetture permetteranno di offrire una maggiore capienza e più comfort su una tratta tradizionalmente molto utilizzata dagli studenti e dal personale docente e tecnico-amministrativo che frequenta il Campus universitario. Si tratta di nuovi bus Euro 6 forniti dalla ditta Solaris, attualmente in produzione. Potranno trasportare 160 persone, ospitare carrozzine e passeggini in spazi dedicati, saranno climatizzati e dotati di pedane per i disabili. Il loro acquisto comporta un investimento di 3.600.000 euro”.

In attesa dell’entrata in servizio di questi nuovi veicoli, gli orari di punta saranno coperti con corse bis supplementari. Le modifiche introdotte permetteranno, tra l’altro, un’adeguata copertura delle tratte ad oggi servite nei giorni scolastici dalle 16.30 alle 19 dalla linea 14, che quindi sarà soppressa dall’inizio del 2017 non appena i bus 18 metri entreranno in funzione.

Per informazioni è possibile consultare il sito www.tep.pr.it  o contattare il servizio informazioni Tep al numero 840 222222.

Sostieni Rossoparma con una donazione