0
0
0
s2smodern

Governo salvini di maio 2Il governo del fancazzismo in un parlamento di fancazzisti: è questo, ad oggi, lo scenario con cui devono convivere gli italiani, al netto delle roboanti dichiarazioni  dei teoricamente "vice" dell’inconsistente premier Conte.
Quest’ultimo è stato scelto dopo un’attesa record di 89 giorni, la più lunga della storia repubblicana (il tempo medio che separa elezioni dalla formazione del governo è meno della metà, dati del Ministero degli Interni alla mano), e subito NON si è messo al lavoro.
Ci siamo presi la libertà di andare a vedere quanto sia stato prodotto dai pagatissimi e facebookiani esponenti di Lega e M5S da metà maggio ad oggi, e per farlo abbiamo utilizzato la fonte più neutra possibile, il loro sito istituzionale, quello del Parlamento ( ECCOLO QUI ). Il sito, quindi, che più di tutti "certifica" l'attività reale e non quella dichiarata alla stampa.
La Presidenza del Consiglio dei Ministri ( ECCOLO QUI ) ha riunito i propri membri 9 volte, producendo in 2 mesi essenzialmente solo il Decreto Dignità ed un Decreto di riordino turistico-ambientale: ad abbondare negli ordini del giorno è l’espressione “esame preliminare”.
Il Parlamento è formato da persone che incassano ( “full optional”, comprendendo vari benefit ) circa 12 mila euro al mese di media: sono 630 persone, mica uno o due.
Si sono insediati ormai 4 mesi fa, e da allora percepiscono lo stipendio. In 4 mesi 630 persone hanno prodotto 19 proposte di legge, in massima parte presentate dal 4 luglio ad oggi: la media di quanto sforzo per persona si sia avuto fatela voi, 19 fratto 630 è facile, come operazione.
Voti? Neanche la fase dibattito-voto li ha visti sudare le fatidiche sette camice: dall’insediamento ad oggi hanno votato leggi solo una volta, il mese scorso, per “il completamento della procedura di cessione dei complessi aziendali facenti capo ad Alitalia S.p.A.” ( ECCO QUI ).
Migrante che tenta di non affogareDecisamente più impegnato il Senato, da questo punto di vista, ma solo perché chiamato a votare a nastro procedimenti del governo precedente, quello Gentiloni, passati alla Camera (precedente) e in attesa del voto positivo per essere convertiti in legge ( ECCO QUI ).
Se inseriamo, in questo quadro di scarsa e/o nulla operatività di Governo e Parlamento, le dichiarazioni della coppia Di Maio/Salvini, non risulta politicamente strana la loro necessità di continuare a sparare minchiate su qualsiasi tema capiti loro a tiro.
Il Parlamento è formato da oltre 1000 persone. Moltiplicate per questa cifra gli stipendi di deputati, senatori e membri del governo, sottosegretari e via dicendo, quindi chiedetevi: “è davvero il profugo il mio problema, sul piano economico?”.

Sostieni Rossoparma con una donazione