0
0
0
s2smodern

Carcere corridoio braccioNelle carceri dell'Emilia-Romagna sono rinchiusi 3.488 detenuti (di cui 159 donne), il tasso di sovraffollamento aumenta (e' aumentato di piu' del 20% in tre anni, arrivando al 124%) e crescono anche gli stranieri. In tre anni la loro presenza e' aumentata del 5% e rappresentano piu' della meta' dei detenuti con 1.770 presenze. Nel 2017 i casi di suicidio in strutture della regione sono stati otto, il doppio rispetto al 2016 (il 18% sul totale nazionale), mentre i tentativi di suicidio sono stati 125 e 1.383 gli atti di autolesionismo. E' il preoccupante bilancio stilato oggi dal garante regionale dei detenuti Marcello Marighelli, che ha relazionato in commissione sull'attivita' del suo ufficio nel 2017.
Marighelli, nella sua relazione, ha poi affrontato il tema delle criticita' nelle strutture della regione: "La condizione degli istituti penitenziari in Emilia-Romagna risente della mancanza di una adeguata programmazione della manutenzione ordinaria, inoltre Forli' e Ravenna richiederebbero interventi importanti di manutenzione straordinaria". Un aspetto preoccupante nelle carceri della regione, ha poi evidenziato, "riguarda il manifestarsi di carenze di organico nel personale di custodia, ma ancor di piu' nel personale educativo e amministrativo, comprese le direzioni".

Sostieni Rossoparma con una donazione