0
0
0
s2smodern

Marco Minniti in piediApproda in Parlamento il caso del blitz di Forza Nuova vicino all’alloggio dell’assessore di Carpi, Cesare Galantini, affittato alla coop sociale Caleidos e occupato da sei richiedenti asilo.
Mentre in questi giorni i residenti si sono lamentati di non aver ricevuto notizia dell’arrivo dei migranti da parte dell’assessore (del quale il gruppo M5s ha chiesto le dimissioni già respinte dal sindaco Pd Alberto Bellelli), ora sono i parlamentari di Liberi e uguali, Giovanni Paglia di Sinistra italiana e Maria Cecilia Guerra di Mdp, a segnalare tutto al ministro dell’Interno Marco Minniti.
“Voglio esprimere- evidenzia Paglia- la mia massima solidarietà all’assessore Galantini, vittima di una vera e propria aggressione da parte di Forza Nuova. So che non si farà certo intimidire da sceneggiate neofasciste, ma questo non toglie che a Carpi sia stato evidentemente passato un limite invalicabile”.
Posto allora che non è accettabile “che si arrivi a manifestare nei pressi della residenza di una persona”, Paglia incalza: “Mi chiedo e chiedo al ministero dell’Interno come sia possibile che sia stato tollerato e quali misure si intendano adottare per impedire che fatti simili possano ripetersi”.
Ma l’interrogazione tiene banco anche in Senato, dove è la capogruppo Mdp Guerra a incalzare a sua volta il ministero: “Non si tratta infatti della manifestazione di un dissenso politico, ma di una vera e propria intimidazione“, assicura Guerra.

PER APPROFONDIRE LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner