0
0
0
s2smodern

Antonino Cannarella: alla guida dell'antimafia di Lamezia Terme grandi successi, poi il trasferimento in Emilia RomagnaToh guarda, c'è la ndrangheta a Parma. A svelarlo una nuova operazione della Guardia di Finanza e della Dda ( in questo caso di Reggio Calabria ), che ha determinato la chiusura di 56 imprese di scommesse online. Tra esse la nocetana i-Solutions ( LEGGI ), società con sede in piazza Lunardi. Va detto che la questione è controversa e l'accusa di essere prestanome della Ndrangheta viene rigettata dai titolari dell'azienda, così come l'entità dei provvedimenti intrapresi ( LEGGI IL NOSTRO SERVIZIO ). L'operazione ha portato all'arresto di 41 persone e al sequestro di beni per 2 miliardi di euro. A capo di tutto c'era Mario Gennaro , noto alle cronache per la propria contiguità alla drina dei Tegano.
L'uomo, 39 anni, nato e residente a Reggio Calabria, è direttore generale della BetuniQ, con sede a Malta. Nella sola città natale ha aperto qualcosa come 36 negozi di scommesse in centro, e 330 in tutto il Sud: una raccolta di denaro da 225 milioni di euro, circa.


Tasse? Neanche a parlarne. Il direttore dei Monopoli ha spesso sottolineato come siti irregolari riconducenti a società con sede all'estero hanno essenzialmente lo scopo di evadere il fisco. L'altro è quello di ripulire denaro sporco.
Il denaro di chi? In un'ordinanza di custodia cautelare precedente a quella odierna ( era se non ricordiamo male esattamente un anno fa: tanti auguri! ) si leggeva: "Mario Gennaro, unitamente ad altri, quale partecipe dell'articolazione territoriale dell'associazione di tipo mafioso ed armata risultano stabilmente dediti alla gestione e alla cura degli affari illeciti della cosca Tegano".
Quando notammo Cannarella ( autore di alcune tra le più riuscite operazioni contro le drine di sempre ) nella Dia bolognese, commentammo come questo prefigurasse verosimilmente un cambio di vento, sul tema ( LEGGI ). Le operazioni che da un anno scuotono la politica e l'economia regionale sembrano confermare quella facile profezia: chi ha avuto il coraggio di affrontare le mafie a casa loro, battendole, ha tutto ciò che ci serve per risorgere dal paltano.

Sostieni Rossoparma con una donazione