0
0
0
s2smodern

Charlie Hebdo: oggi un presidio di solidarietà in piazza GaribaldiI dodici morti della redazione del giornale satirico parigino Charlie Hebdo hanno risollevato il velo su una questione che sovente si preferirebbe tacitare: quello della libertà di stampa e di espressione. Un'onda emotiva che ha pochi precedenti si sta diffondendo dalla capitale francese al resto del mondo.
Nella notte, è notizia di queste ore, si è costituito Amid Mourad, uno dei tre sospettati della strage: all'ora del delitto, a suo dire, si trovava a scuola.
Le indagini proseguono, così come le levate di scudi verso questo sale della democrazia che è la satira, e la presa per i fondelli dei potenti.
Su twitter imperversano gli hashtag #CharlieHebdo e #JeSuisCharlie, ma anche l'italico #inaltolepenne comincia a farsi largo.


E Parma? Neanche la nostra città rimane indifferente di fronte a quel bagno di sangue: è previsto per oggi, alle ore 17 e 30 in piazza Garibaldi un presidio di solidarietà. Ad organizzarlo i sindacati confederali, con questa nota: " CGIL, CISL e UIL di Parma – vi si legge - esprimono solidarietà e vicinanza ai cittadini e lavoratori francesi per il vile attacco terroristico che, nella giornata di ieri, è stato portato alla sede della testata parigina Charlie Hebdo, causando la morte di 12 persone.Un attentato che ha inteso colpire un obiettivo fortemente simbolico e che per questo richiede una ancora più forte condanna, che stigmatizzi, senza alcuna ambiguità, sia il tentativo di attaccare alcuni dei beni indisponibili della democrazia e dei valori costituenti del modello sociale europeo, la libertà di espressione e il diritto all'informazione, sia la tentazione di strumentalizzare in chiave islamofobica un gesto ascrivibile ad un fanatismo settario.

Per questo nel pomeriggio di oggi, giovedì 8 gennaio, alle ore 17.30, CGIL, CISL e UIL di Parma scenderanno in presidio in piazza Garibaldi a difesa della libertà di espressione e contro ogni forma di estremismo. Nell'invitare tutti i cittadini a partecipare, si segnala che, ad ora, hanno aderito all'iniziativa le associazioni Libera e ANPI Parma. L'elenco delle adesioni verrà aggiornato nelle prossime ore".

E proprio ANPI annuncia formalmente la propria adesione con un comunicato: "anche l'Anpi provinciale - vi si legge - si unisce all'espressione di solidarietà e vicinanza ai cittadini e lavoratori francesi per il vile attacco terroristico che, nella giornata di ieri, è stato portato alla sede della testata parigina Charlie Hebdo, causando la morte di 12 persone.
Un attentato che ha inteso colpire un obiettivo fortemente simbolico e che per questo richiede una ancora più forte condanna, che stigmatizzi, senza alcuna ambiguità, sia il tentativo di attaccare alcuni dei beni indisponibili della democrazia e dei valori costituenti del modello sociale europeo, la libertà di espressione e il diritto all'informazione, sia la tentazione di strumentalizzare in chiave islamofobica un gesto ascrivibile ad un fanatismo settario.
Per questo nel pomeriggio di oggi, giovedì 8 gennaio, alle ore 17.30, scenderà in presidio in piazza Garibaldi insieme a CGIL, CISL e UIL di Parma a difesa della libertà di espressione e contro ogni forma di estremismo".

Sostieni Rossoparma con una donazione