0
0
0
s2smodern

Soccorso Alpino e Croce Rossa monchioNella tarda mattinata di domenica due settembre i tecnici del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico sono intervenuti per due interventi, quasi in contemporanea, per due fungaioli in difficoltà nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano, nei comuni di Monchio delle Corti e Corniglio. La prima chiamata di emergenza è arrivata poco prima delle ore 11 dal Lago Scuro del Lagastrello, nel comune di Monchio. Una fungaiola settantunenne residente in provincia di Parma è infatti scivolata nel bosco, accusando un forte dolore alla caviglia. Il marito che si trovava a pochi metri dalla donna ha così dato l'allarme, contattando la centrale del 118. In pochi minuti è arrivata sul posto una squadra del Soccorso Alpino e l'ambulanza della Croce Rossa di Monchio; i tecnici del CNSAS dopo aver stabilizzato la donna la hanno imbarellata e quindi affidata ai sanitari dell'ambulanza, che hanno accompagnato la fungaiola all'Ospedale Maggiore di Parma per accertamenti. Mentre i tecnici erano impegnati in Val Cedra, un altra chiamata è arrivata al personale del Soccorso Alpino, questa volta nella zona delle Capanne di Badignana, nel cornigliese. Un uomo di sessantaquattro anni, ha perso l'orientamento mentre era in cerca di funghi.

ZFoto salt 20180902 174758 004Subito si sono mobilitati i soccorsi, che oltre agli uomini del Soccorso Alpino, da subito attivati nella zona dei Lagoni, hanno visto coinvolti anche i vigili del fuoco. Fortunatamente l'uomo è riuscito a ritrovare il sentiero ed a incontrarsi con il nipote, anch'esso in cerca dell'uomo. Appena giunti in strada, i due hanno avvisato i soccorsi dell'avvenuto ritrovamento, senza alcuna necessità sanitaria per l'uomo.

Sostieni Rossoparma con una donazione