0
0
0
s2smodern

Carabinieri auto militare via mazziniIl 23enne, tossicodipendente, è stato arrestato dai Carabinieri di Medesano al culmine di una serie di episodi denunciati dalla madre
I Carabinieri della Stazione di Medesano hanno eseguito in Modena un’ordinanza di custodia cautelare personale in regime degli arresti domiciliari nei confronti di un giovane ragazzo 23enne accusato di una serie di reati tra cui rapina ed estorsione, commessi in danno della madre.
Il ragazzo, già noto alle forze dell’ordine, è accusato dei reati sopradescritti poiché a partire dal maggio scorso, avrebbe iniziato ad aggredire fisicamente e verbalmente la madre alla quale, in diverse occasioni, avrebbe sottratto, con violenza, denaro.
Le attività d’indagine, coordinate dalla Procura di Parma, hanno preso avvio in seguito alla denuncia presentata dalla madre, la quale, esasperata dalle continue richieste e violenze, ha chiesto l’aiuto dei Carabinieri della Stazione di Medesano.
Ricostruiti i vari episodi di aggressione consumati nel corso degli ultimi mesi appena trascorsi, il giovane è stato ritenuto responsabile di rapina, estorsione, lesioni personali aggravate e continuate, per i quali è stato destinatario di un ordinanza di custodia cautelare personale in regime degli arresti domiciliari nei pressi di una struttura sanitaria di Modena ove il ragazzo risultava essere già ricoverato per problemi legati alla tossicodipendenza.

Sostieni Rossoparma con una donazione