0
0
0
s2smodern

Anziana mani nelle maniL’Azienda sanitaria informa le forze dell’ordine e avvisa: “Non si tratta di personale autorizzato”

In questi giorni, alcune persone di Langhirano hanno segnalato di aver ricevuto telefonate da presunti volontari del Centro di Cure Progressive dell’AUSL, in cerca di donazioni in denaro da devolvere a questa struttura aziendale.
Nella telefonata, viene anche concordato un giorno, in cui questi sedicenti volontari passeranno a casa per riscuotere la donazione.

L’Azienda USL di Parma, che ha informato le forze dell’ordine, invita i cittadini a non consegnare somme di denaro e accettare visite a casa: queste persone non sono dipendenti del Centro, né personale volontario autorizzato dall’Azienda a svolgere tale attività.

I cittadini che ricevono questa richiesta sono invitati a contattare tempestivamente le forze dell’ordine.

Sostieni Rossoparma con una donazione