0
0
0
s2smodern

Soccorso Alpino neve rifugio ciaspole logoBrutta avventura, fortunatamente senza conseguenze gravi, per due escursionisti trentenni di Massa, che nel primo pomeriggio di Giovedì 8 Marzo hanno perso l'orientamento sulle pendici del Monte Sillara, nel Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano (Comune di Monchio delle Corti - Parma). I due erano partiti dalla stazione sciistica di Prato Spilla, sempre nel monchiese, per raggiungere con le ciaspole la maggiore elevazione dell'appennino Parmense. Circa in prossimità dei Laghi del Sillara, i due sono stati sorpresi da nebbia e vento forte, che in breve tempo hanno coperto le tracce di salita e fatto perdere ogni riferimento. Gli escursionisti toscani hanno così allertato la Centrale Operativa del 118 "Emilia Ovest", che ha attivato la Stazione Monte Orsaro del Soccorso Alpino Parmense. Da Prato Spilla, una squadra di soccorritori - la quale era impegnata per sgomberare il tetto delle strutture turistiche dalle ingenti quantità di neve cadute di recente - è subito partita in direzione del crinale, avvalendosi del preziosissimo aiuto dei gestori degli impianti, che hanno accompagnato i tecnici del SAER con un gatto delle nevi fin dove possibile. In breve tempo i due sono stati rintracciati ed accompagnati a piedi, scendendo per le piste, fino al parcheggio della località invernale, dove avevano parcheggiato l'automobile. Non si sono rese necessarie cure o accertamenti di tipo sanitario.

Sostieni Rossoparma con una donazione