0
0
0
s2smodern

Sorbolo ponte chiuso piena fiumePiove, e non tanto per dire o tanto per riempire una pagina di giornale ( mamma mia, il gelicidio! Che modo di narrare, signur) : le precipitazioni che stanno caratterizzando il nostro territorio da qualche ora a questa parte si sono tradotte in disagi ed in pericoli anche notevoli.
Ieri sera sul tardi, era quasi mezzanotte, la Croce Rossa di Bedonia e i volontari della Protezione Civile si sono armati di silos pieni di tè e di altri generi di ristoro e sono partiti alla volta delle massicciate ferroviarie, dove i treni erano fermi da ore. Al loro interno, viaggiatori intirizziti dal freddo: il valico appenninico, a dicembre, non è esattamente il posto migliore, per restare bloccati con un treno.
A valle però le cose non sono andate molto meglio: la foto che vedete si riferisce a Sorbolo, dove il sindaco Nicola Cesari ha dato seguito a quanto annunciato in mattinata e ha disposto la chiusura del ponte sull’Enza: raggiunti gli 11 metri d’acqua diventava pericoloso consentirne la percorrenza.
Il casino è che dalle parti di Sorbolo vengono da qualche mese dirottati gli automobilisti “fregati” dalla chiusura del ponte Colorno-Casalmaggiore.

Parma torrente in pieninaOra, ci starebbe perfetta l’espressione “piove proprio sul bagnato”, ma a dire il vero è davvero troppo carogna anche per noi.
Anche in questo caso è all’opera la Protezione Civile, chiamata a minimizzare i disagi per la popolazione.
Il consiglio per chi debba muoversi in quella zona è di ricorrere a Brescello o Boretto, ma ancora più vivo quello di farlo solo se strettamente necessario.

Sostieni Rossoparma con una donazione