0
0
0
s2smodern

Ambiente lago siccitaIl Fragno era stato vuotato durante la notte a causa degli eccessivi consumi. Avvisata l'amministrazione comunale.

Questa mattina è venuta a mancare l'acqua nella frazione di Prato - Fragno in comune di Calestano. I rifornimenti alla località montana vengono assicurati da Iren tramite autobotti, vista la siccità, mezzi che partono dai pozzi di Langhirano, salgono fino a Cozzano e al valico di Fragno, e quindi raggiungono il serbatoio a servizio della frazione.

Ieri pomeriggio un carico di 10 metricubi di acqua era stato consegnato al serbatoio, carico che usualmente è sufficiente ad assicurare il rifornimento per due giorni. Questa mattina il serbatoio era vuoto, a causa degli elevati consumi. Pertanto si è dovuto nuovamente mandare una botte da 10 metri cubi nella località calestanese, e riempire nuovamente il serbatoio. Del fatto è stato avvisato il Sindaco del Comune di Calestano per i provvedimenti opportuni.

Si ricorda infatti che, con una specifica Ordinanza, il Sindaco di Calestano ha imposto limiti all' uso di acqua potabile per tutti gli utenti degli acquedotti comunali dal 19 Giugno al 15 Settembre 2017 nell'arco delle 24 ore giornaliere.
E' FATTO DIVIETO DI UTILIZZO DELL'USO DELL'ACQUA POTABILE PROVENIENTE DAGLI ACQUEDOTTI COMUNALI E RURALI PER USI NON STRETTAMENTE DOMESTICI, ed in particolare il divieto è rivolto a:

- Lavaggio automezzi con sistemi domestici
- Irrigazione di giardini, orti e impianti sportivi
- Operazioni di pulizia e lavaggio fosse biologiche

Sostieni Rossoparma con una donazione