0
0
0
s2smodern

Casa condominio rosa IUna denuncia grave ma fondata? Non è dato a sapersi con certezza, ma un elemento di riflessione ce lo fornisce la Prefettura di Parma, che ha mandato una comunicazione ufficiale al Comune di Fornovo nella quale ha confermato la cessazione dell’attività di accoglienza di quella struttura a partire dal 1 aprile.


LEGGI DELLA VICENDA


Un giorno, all’improvviso, veniamo contattati e scossi dalle righe che leggete nel link qui sopra postato: in esse i rifugiati che scrivevano raccontavano di giorni e giorni (7, ad essere precisi) passati senza avere cibo, di nessuna possibilità di spostamento e di altre vessazioni subite. A farsi portavoce della loro situazione la Consigliera comunale Silvia Iasoni.
Vero o falso? Bé, visti gli eventi la risposta pare chiara: da quella pubblica denuncia sono scaturiti tutta una serie di eventi che hanno determinato la decisione del dottor Ubaldi (responsabile per conto del Prefetto dell’accoglienza). Degli 8 esseri umani, 3 sono stati spostati altrove (pare a Bedonia, ma non abbiamo trovato un riscontro certo di ciò) e 5 sono rimasti nel comune pedemontano in riva al Taro, in un’altra struttura di accoglienza che ci raccontano essere di buon livello qualitativo.

Casa condominio rosaVabbé, non è il caso di tirarsela a fionda né di fingere modestia: è andata bene così, passiamo ad altro.

Postilla: ringraziamo una nostra lettrice, che non ama essere citata, per le foto.
( E comunque se siete nelle peste: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.  )

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner