0
0
0
s2smodern

Tribunale bancone togaHa approfittato essenzialmente del proprio ruolo, della propria posizione dominante anche sul piano delle ripercussioni economiche: nessuna novità per la donna che ha dovuto subire i comportamenti.
Essenzialmente è successo questo: in una nota azienda di Collecchio (ne omettiamo il nome perché in questo caso non è responsabile di alcunché) una 46enne operaia stagionale per la campagna del pomodoro ha dovuto subire le attenzioni del proprio capoturno. La parte grave non è tanto in questo (le avanches esistono, talvolta sono gradite e talvolta no) quanto nel fatto che quando la donna ha detto chiaramente di non desiderarle l’uomo, un 56enne della nostra provincia, non solo non ha cessato i comportamenti, ma addirittura si è azzardato in un’occasione ad afferrare la donna da dietro e a toccarla in parti intime, costringendola anche ad un bacio.
La donna ha denunciato l’uomo per violenza sessuale, trovando riscontro alle proprie istanze in tribunale: l’uomo è stato condannato.

Morale della favola: uomini..."no" è "no". Non "nì", né "dico così ma in fondo mi piace": è "no". E' ora di crescere.

Il fatto viene narrato da Maria Chiara Perri in un bell’articolo su Parma Repubblica.

Sostieni Rossoparma con una donazione