0
0
0
s2smodern

Carabinieri muso auto con scritta BELLAUn fatto di cronaca di non particolare gravità, ma certo narrativo di quanto i nostri adolescenti possano cacciarsi nei guai, quando incappino nelle storie sbagliate.

La protagonista è una sedicenne di Sorbolo, ritrovatasi senza accorgersene invischiata in una storia sbagliata: “lui” un ventenne balordo, che la costringe a rubare i gioielli della madre e dai portafogli dei genitori. Non sono mancati, in caso di diniego, gli schiaffi. Lei ha perso la testa, e a quell’età distinguere il giusto dal non giusto è ancora un po’ complicato. Così ecco che, accumulata refurtiva per 10 mila euro, a piccole dosi smerciata, la costringe anche a fuggire di casa. La madre a quel punto si vede costretta ad avvisare i Carabinieri, che la rintracciano per le vie di Parma. Per il ragazzo le accuse di estorsione, ricettazione in concorso e sottrazione di minori. Indagini anche a carico di un amico 23enne del brutale fidanzatino.

Sostieni Rossoparma con una donazione