0
0
0
s2smodern

Anziana mani nelle maniI Carabinieri di strada delle Fonderie ci pregano di diffondere l'appello almeno una conferenza stampa su tre, ma il tutto con risultati molto parziali, visto il reiterarsi dell'evento.
Già, perché siamo ancora a raccontare di una truffa ai danni di un'anziana: un 35enne ha visitato una 83enne colornese, riuscendo a sfilarle la pensione.
Il piano, c'è da dire, è stato stavolta ben congegnato: l'uomo (usiamo l'espressione in senso lato) si è spacciato per l'assicuratore/amico del nipote della donna, Thomas.
“Suo nipote viaggia con l'assicurazione dell'auto scaduta da giorni”, le ha detto “Luca”, questo sedicente broker. Per rendere tutto ancora più credibile l'ha fatta parlare al telefono con un finto nipote, che l'ha imbrogliata del tutto. Chiaramente queste m..de contano sul fatto che ad 83 anni i riflessi siano un pochino rallentati. La nonnina ha consegnato tutto il denaro liquido in casa, circa 700 euro ( la propria pensione), l'uomo ha preso tutto e con la scusa di andare a prendere il blocchetto delle fatture in auto ha messo in moto e si è dileguato.
Fate un gesto d'amore verso i vostri congiunti più attempati: spiegate loro che nessuno arriva a casa autorizzato a ricevere alcunché se non preannunciato da una lettera raccomandata che ne spieghi l'arrivo.

Sostieni Rossoparma con una donazione