0
0
0
s2smodern

Tribunale bancone toga“Il merda” di oggi ( appellativo con cui indichiamo i maschi violenti con le donne ) è un 35enne residente a Sorbolo. La sua compagna, due anni più giovane di lui, per anni ha subito violenze sia fisiche che psicologiche (come il cellulare controllato e i continui insulti), ed alla fine ha deciso di dire “basta” e di lasciarlo.
Ma questo non ha certo fermato il merda, che l'ha attesa un giorno di luglio 2014 sotto casa, e le ha torto il braccio per farsi consegnare le chiavi di casa: la sua intenzione era di salire e controllarle i telefoni, per scoprire eventuali altre relazioni. Glielo ha torto moltissimo, fino a fratturarle l'ulna.
A dargli una regolata ci ha pensato la gup parmigiana Paola Artusi, che a fronte delle accuse di maltrattamenti, violenza privata e lesioni ha comminato all'uomo la pena di 20 mesi, pena sospesa. Speriamo che arrivi a capire qualcosina della vita, anche se c'è da dubitarne. A dare la notizia Parma Repubblica.

Sostieni Rossoparma con una donazione