0
0
0
s2smodern

violenza di genere donne libera dalla pauraUno scenario tragico, che racconta perfettamente un certo modo (diffuso) di intendere il rapporto uomo/donna, anche oggi che siamo nel 2018.
Una signora, residente a Parma, ha dovuto convivere con le violenze, dapprima verbali e successivamente fisiche, di un marito che in 13 anni di matrimonio le ha dato 3 figli ed una marea di botte, arrivando a picchiarla anche durante la gravidanza di uno di essi.
Negli anni l’uomo ha perso anche il lavoro, rifugiandosi nella bottiglia, fatto che ha incrementato i termini della violenza.
Recentemente, poi, ha fatto trovare su un mobile di casa una pistola, una Baby Browning 6.35, che ha fatto comprendere alla donna l’esigenza di tutelare sé stessa ed i propri bambini.
Si è quindi rivolta alla questura, in seno alla quale ha trovato persone pronte a farsi carico della sua situazione: il 40enne protagonista delle vessazioni è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia e detenzione di arma clandestina.
Nel perquisire l’abitazione gli agenti hanno trovato due mazze da baseball, usate per i pestaggi, ed un cappio, che l’uomo faceva penzolare davanti alla donna per ricordarle una possibile fine.
Ora è in via Burla. Non temete, nessuna ripercussione particolare, sul piano pratico, per la donna: lei, a differenza di lui, un lavoro ce l’ha. E sa sostenere la propria famiglia in perfetta autonomia. A ben pensarci, anzi, decisamente meglio, ora che l’uomo è fuori dai piedi.

Sostieni Rossoparma con una donazione