0
0
0
s2smodern

Ambiente torrente Parma MontanaraEra luglio 2015 quando l’amministrazione Pizzarotti annunciava gongolante la ricostruzione del ponte pedonale travolto dalla piena del Baganza ( LEGGI DI PIZZAROTTI RINVIATO A GIUDIZIO ): 3 progetti presentati (una commissione li aveva selezionati tra gli 89 presentati) erano stati votati attraverso il sito del Comune di Parma da appena 477 persone, ma per l’a seventh of mayor era percepito come un grande successo.
Nel settembre 2016 Michele Alinovi, assessore all’Urbanistica della giunta in carica, inaugurando un tratto di ciclabile lungo qualche decina di metri e collegante via Navetta e ponte dei Carrettieri, annunciò che per l’inizio dei lavori mancasse qualche passaggio da parte del Provveditorato Opere Pubbliche della Regione: la costruzione del ponte pareva imminente.
Quindi, a luglio dell’anno scorso, la pubblicazione di un bando da 1,3 milioni, aggiudicato all’impresa Buia.
Parma Montanara ponte ciclabile distrutto area bombaE poi? Poco o nulla: un’area di angolo tra via Navetta e l’inizio della già citata pista ciclabile venne recintata: un cartello raccontava a chi passa che era interessata da una “bonifica bellica propedeutica alla realizzazione del ponte della Navetta”, un appalto andato alla Multi Services srl per 22.300 euro.
Il cartello indica ancora oggi (è ancora al proprio posto) come data di inizio dei lavori il 3 maggio 2017 e come fine il 31 luglio dello stesso anno. A giudicare dalla permanenza della recinzione, c’è da chiedersi se essi non siano stati eseguiti. Se la risposta è “sì” sarebbe bene liberare l’area, e renderla decorosa (è oggi un agglomerato di erbacce): la scritta “bonifica bellica” accanto ad una strada usata ogni giorno da bambini in bici e anziani a passeggio...non è che suoni proprio benissimo, in effetti.
Se la risposta è “no” occorre invece chiedersi quali effetti abbia l’espressione “propedeutica alla costruzione” sull’iter edificatorio dell’impresa Buia, che ha avuto mandato a gennaio di quest’anno per eseguire quei lavori dichiarati come imminenti nel 2016.
Parma Montanara ponte ciclabile distruttoAd aprile di quest’anno (2 settimane fa) Michele Alinovi, nel mezzo di un Consiglio comunale dedicato al Rendiconto di Bilancio 2017, annunciava (per l’ennesima volta) l’apertura del ponte, fissata per l’autunno di quest’anno: siamo a metà maggio e, bonifiche belliche a parte, in quell’area si notano solo erbacce alte quanto un giocatore di basket e rifiuti. Sarebbe fantastico se questa volta ci dovessimo confrontare con un annuncio di Alinovi che si realizza.

Sostieni Rossoparma con una donazione