0
0
0
s2smodern

Polizia auto muso8 indagati per ricettazione – il titolare del negozio indagato per simulazione di reato e truffa all’assicurazione

L’11 settembre 2017, una pattuglia della Squadra Volanti è intervenuta presso un negozio di telefonia per segnalazione di un ingente furto di telefoni.
C. R., titolare del negozio di telefonia, ha riferito al personale della Polizia di Stato che al momento dell’apertura ha dovuto constatare il furto di numerosi telefoni cellulari oltre che del fondo cassa, operato dai ladri che erano entrati durante la notte nel locale tagliando l’inferriata posta a protezione di una finestra che dà in un cortile interno.
La vittima si è recata poi in Questura ove ha sporto denuncia per il furto subito, dichiarando la sottrazione di 65 telefoni cellulari e 10 dispositivi elettronici per un valore totale di euro 20.644.
A richiesta, la vittima forniva poi il codice IMEI di 55 degli apparecchi telefonici rubati.
Gli investigatori della Sezione Antirapina, appreso dell’ingente furto hanno trasmesso la denuncia alla locale Procura della Repubblica con richiesta di emissione di un decreto di acquisizione dei tabulati telefonici relativi ai telefoni rubati.
L’analisi dei tabulati ha permesso di rintracciare e recuperare 8 dei telefoni rubati.
Le dichiarazioni rese dai possessori dei telefoni sequestrati hanno però “incastrato” il titolare del negozio di telefonia.
Al termine delle indagini è infatti emerso che il furto è stato simulato al fine di ottenere il risarcimento dalla compagnia assicuratrice la quale, in effetti, dopo due mesi dal “furto” ha liquidato con 17.000 euro il danno denunciato.
La compagnia assicuratrice, informata dell’esito delle indagini svolte dalla Squadra Mobile, ha subito presentato querela contro C. R. per il reato di truffa.
C. R. è stato indagato anche per simulazione di reato.
I possessori degli otto telefoni denunciati come rubati, sono tutti stati indagati in stato di libertà per il reato di ricettazione.
Gli apparecchi telefonici recuperati sono stati restituiti alla compagnia assicuratrice.

Sostieni Rossoparma con una donazione