0
0
0
s2smodern

Hashish involucri da spaccioIdentificate 33 persone e sequestrati 483 grammi di sostanze stupefacenti.
Come promesso, prosegue l’impegno della Questura di Parma nella lotta al traffico di sostanze stupefacenti e nel controllo delle aree urbane di aggregazione giovanile.
Nell’ambito dei servizi straordinari di Controllo del Territorio della Polizia di Stato, infatti, nel pomeriggio di ieri sono stati svolti controlli antidegrado, con particolare attenzione alla prevenzione ed al contrasto del fenomeno dello spaccio di stupefacenti ed al contrasto dei reati in genere.
Il servizio, coordinato dal Dirigente dell’UPGSP della Questura di Parma, ha visto impiegati, oltre che del Nucleo Volanti della Polizia di Stato in servizio sul territorio, anche di un’unità cinofila antidroga della Polizia di Stato, delle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia e della Polizia Municipale di Parma.
Il servizio ha interessato, mediante un intervento congiunto di tutte le forze sul territorio, il Parco “Falcone e Borsellino” dove, oltre ad indentificare le persone presenti, sono stati rinvenuti 21 involucri e vari frammenti di sostanza stupefacente. Successivamente sono state controllate le aree urbane, oggetto di segnalazioni tramite esposti da parte dei cittadini, quali Viale Vittoria, Via dei Mille, dove sono stati rinvenuti 50 involucri contenenti sostanza stupefacente. In Piazza Alberto dalla Chiesa sono stati rinvenuti 8 involucri contenenti sostanza stupefacente.
Infine, sono state attenzionate le strade del centro cittadino, luogo di aggregazione delle giovani generazioni, particolarmente affollate, come ogni sabato pomeriggio, sia da turisti sia dalla gente del posto.
Il bilancio finale dell’Operazione è stato quello di 33 persone identificate, e grazie all’ormai noto fiuto dei Poliziotti quattro zampe del Reparto cinofili della Polizia di Stato di Bologna, specializzati nella ricerca di sostanze stupefacenti, di 39,1 grammi di Hashish e 444,2 grammi di Marijuana sequestrati.
Tale attività, avviata in modo sistematico dalla Questura, si inserisce in una più ampia strategia tesa a contrastare con maggiore incisività i reati di strada e per dare un’efficacia risposta alla richiesta di tutela da parte dei cittadini.

Sostieni Rossoparma con una donazione