0
0
0
s2smodern

Polizia Municipale presidio San Leonardo insegna“Bla, bla, bla, sicurezza. Bla, bla, bla, Minniti. Bla, Bla, bla, assunzioni”: Cristiano Casa e Federico Pizzarotti da molti anni si spendono in parole su parole per spiegare il degrado in cui versano alcuni quartieri cittadini, il San Leonardo su tutti.

Un paio di settimane fa ennesimi comunicati stampa (hanno un numero di divulgatori impressionante, ormai: Pietro Vignali era un dilettante, al confronto) per pubblicizzare i nuovi inserimenti in seno alla Polizia Municipale, ma...e cosa è cambiato per il cittadino comune? A guardare la vetrina nella foto nulla. Ma proprio nulla. Il tanto sponsorizzato nuovo presidio della PM nella Stu Pasubio aveva un’ora e mezza di apertura al pubblico prima delle assunzioni e ne ha una e mezza oggi. Su via Trento le condizioni di spaccio sono rimaste le medesime, e al massimo i pusher si sono fatti più defilati, ritirandosi nelle stradine laterali all’arteria viabilistica principale. Quasi che l’approccio al problema droga fosse “lontano dagli occhi, lontano dal cuore”.
Chi legge questo giornale sa che il tema proposto nelle sue pagine non è la militarizzazione del quartiere (figuriamoci!), né una funzione repressiva della Polizia Municipale (composta da agenti che hanno già il loro bel daffare anche senza nuove incombenze): i temi proposti sono invece altri due.

Il primo è certamente quello di una rappresentazione mediatica della realtà alla Truman Show, in virtù della quale, per esempio, Federico Pizzarotti può andare in una radio nazionale a criticare il comportamento del M5S in materia di controlli fiscali ( PER APPROFONDIRE LEGGI ) nelle stesse ore in cui i Revisori dei Conti del Comune di Parma stigmatizzano il comportamento della sua amministrazione in quella stessa materia (siamo una delle città che meno persegue gli evasori fiscali dal momento stesso in cui si è insediato Pizzarotti).

Polizia Municipale presidio San Leonardo insegna IIn altre parole: se dici di aver aumentato il numero di agenti della Polizia Municipale poi a questo annuncio deve conseguire un miglioramento di vita per i cittadini di Parma, altrimenti sei un pirla di scarsa sincerità. Valuti il lettore se l’ipotesi si configura.
Il secondo tema che proponiamo è quello della progettualità: la situazione esistente è figlia di una mancanza di progetti sull’argomento. Latitano le iniziative su strada per la protezione dei ragazzi dai pericoli della droga, dei migranti dalle reti coercitive che li incatenano al ruolo di spacciatori, per il coinvolgimento dei cittadini alla vita di quartiere, e via dicendo. Se non mettiamo in campo, come collettività, energie e professionisti atti alla prevenzione del problema tutto ciò che ne conseguirà avrà il nome di “conseguenza”. A quel punto diventa normale che in un quartiere oberato di problemi e desideroso di risolverli l’orario dedicato all'ascolto del cittadino si riduca al tempo di una partita di calcio, e che quel tempo rimanga invariato con il succedersi dei comunicati stampa. Ci arriverebbe anche un bambino.

Postilla: l'articolo è molto simile ai precedenti perché, al netto delle chiacchiere e nonostante il passare del tempo, non è cambiato niente.

PER APPROFONDIRE SULL'ARGOMENTO LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner