0
0
0
s2smodern

Polizia auto musoIl primo di febbraio, in esecuzione di un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna, agenti della Divisione Anticrimine della Questura hanno proceduto all’arresto di un cittadino italiano, A.O. , nato a Parma nel 1996 in quanto, quando era ancora minorenne, autore di diversi reati, con una evidente “escalation” criminale che lasciava trasparire la necessità di un percorso correttivo.
Nel giugno 2011, per esempio, il ragazzo era stato denunciato per deturpamento ed imbrattamento di cose altrui (art.639 co.2 C.P.), in concorso con altri tre minorenni, avendo imbrattato con bombolette spray i muri del “Barilla Center”.
Nel febbraio 2013 era stato segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti.
Nel settembre 2013, infine, era stato denunciato per estorsione, avendo minacciato un minore di consegnargli del denaro, anche con appostamenti sotto casa e lettere minatorie. Non bastasse tutto ciò era stato denunciato per furto con strappo, sempre in concorso con altri tre minori.
Il luogo prescelto per compiere le azioni delittuose dell’arrestato era sempre il “Barilla Center” ma lui non agiva mai da solo, bensì accompagnandosi sempre ad altri minori e sempre in danno di altri minori, prede più facili da intimorire e da minacciare con la forza intimidatoria del gruppo.

PER APPROFONDIRE SU DISAGIO GIOVANILE E MICROCRIMINALITÀ LEGGI E VAI A RITROSO NEI LINK

Sostieni Rossoparma con una donazione