0
0
0
s2smodern

ZFoto Norberto disabili delrioC’è solo da sperare che non sia stato il titolare Mauro Del Rio ad essere tanto “cafone e arrogante”, ma qualche commesso poco educato e inclusivo: sarebbe veramente penoso immaginare che l’economia locale sia guidata da uno capace di comportamenti tanto miserabili. Già, se le parole del noto atleta disabile Norberto De Angelis risulteranno corrispondenti al vero non esistono molte definizioni alternative per l’imprenditore che ha fondato Buongiorno.it ( LEGGI SU DEL RIO IN CAMPAGNA ELETTORALE ). E badate bene: c’è ben poco di anti-pizzarottiano, in questa posizione, perché lo stesso De Angelis è tutt’altro che lontano dal primo cittadino di Parma. E’ semplicemente che non si potrebbe esprimere giudizio troppo diverso neanche si trattasse di un parente o del più caro amico.

De Angelis denuncia su Facebook un episodio veramente triste e volgare avvenuto in una galleria d’arte posseduta proprio da Del Rio e dalla moglie. Inutile dire che le persone vicine alla tematica disabile, che a Parma sono fortunatamente una moltitudine, sono insorte e hanno riservato al titolare della galleria d'arte giudizi poco lusinghieri, sui quali sorvoliamo ma che restano pubblici e quindi particolarmente “sferzanti”.
A questo punto ci si possono attendere due situazioni alternative: o una smentita ufficiale dell’imprenditore, ma a questo punto la presenza di una seconda persona ( l’artista Kampah ) renderebbe la diatriba particolarmente “frizzante”, o delle scuse. Un’alzata di mano da parte di Del Rio che comunichi l’aver capito l’insopportabilità del proprio comportamento. Una delle due.
ZFoto Norberto disabili delrio I“Ieri – si legge sul profilo dell’atleta disabile - sono stato con l'artista ed amico Kampah in borgo delle Colonne a Parma, in una galleria (B.D.C Bonanni - Del Rio) di recentissima ristrutturazione, ahimè con barriere architettoniche e senza servizi igienici per disabili. Il titolare, assai cafone e arrogante, alla domanda di un cliente (io non lo conoscevo) che gli avrebbe fatto presente la mancanza del bagno accessibile, ha risposto senza riguardi (nonostanze la mia presenza in carrozzina li vicino che ascoltavo), che lui quei denari preferisce spenderli per artisti e non per dei disabili che al limite possono andare nel bagno del bar li a fianco. Non solo, ha marcato il fatto che lui in casa sua fa quello che vuole ed invita chi vuole, chiedendo poi al cliente, oramai irritato dal tipo di risposte, tono del suo parlare e continui atteggiamenti di sfida:
- Ma tu a casa tua hai fatto fare dei bagni per disabili? -
Beh, appurato che questo personaggio non gradisce la presenza di "fastidiosi umanoidi che rotolano su sedia", questo sarebbe un amante dell'arte? Ma l'arte non dovrebbe smuovere sentimenti e buoni propositi emozionali? Boh.....
Non ci tornerò mai più e nel frattempo gli auguro lunga e felice vita”.

Ciascun lettore rifletta e si formi un'opinione in coscienza.

Sostieni Rossoparma con una donazione

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner

02 RossoParma banner

03 RossoParma banner

04 RossoParma banner

05 RossoParma banner

06 RossoParma banner

07 RossoParma banner

01 RossoParma banner